FENOMENI

Abruzzesi alla riscossa: Razzi e Colaiuta, i due volti che la tv reclama

Progetti televisivi in vista per il senatore e il fidanzato di Pezzopane

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9126

Abruzzesi alla riscossa: Razzi e Colaiuta, i due volti che la tv reclama

Razzi e Colaiuta




ABRUZZO. Una esposizione mediatica che evidentemente ha giovato ad entrambi.
Antonio Razzi e Simone Coccia Colaiuta hanno molto in comune e da qualche ora c’è qualcosa in più che li rallegra.
Entrambi sono in ballo per partecipare a due programmi televisivi nazionali. Per Colaiuta, in realtà, è già cosa fatta mentre per Razzi pare ci sia ancora qualche incognita.
Entrambi abruzzesi, entrambi amanti della politica (per uno leggasi “Forza Italia”, per l’altro leggasi “Stefania Pezzopane”), entrambi determinati e guardati talvolta con sospetto. Sono oggi i rappresentanti della regione tra i più noti a livello nazionale, grazie ad ospitate, servizi giornalistici, parodie, interviste ‘intimiste’ e paparazzate.
Colaiuta, da un paio di mesi ufficialmente fidanzato con la senatrice Pd, Stefania Pezzopane (alla quale ha voluto rivolgere una proposta di matrimonio in diretta radiofonica), ha scelto il salotto di Barbara d’Urso per svelare i retroscena della sua relazione sentimentale.

Razzi si è ‘confessato’ ai Dieci Comandamenti di Domenico Iannacone e ha svelato che il suo libro non l’ha scritto lui («se sapevo scrivere facevo lo scrittore, mica lu parlamentare») e che stare in Parlamento è «un sogno». E’ il senatore più conosciuto e riconosciuto ma anche sbeffeggiato, criticato e soprattutto imitato, sdoganato da Maurizio Crozza che lo ha fatto diventare simpatico a tutti facendo risaltare intercalari non sempre grammaticalmente impeccabili. Antonio Razzi è per i più un fenomeno ancora da scoprire e decifrare così come la sua metamorfosi: da uomo di fatica che ha vissuto tra mille difficoltà e lavori massacranti o umili per decine di anni, a senatore che pensa alla ricca pensione da parlamentare e pensa ai… «c… suoi».

Anche il destino con le donne di Razzi e Colaiuta sembra avere qualche somiglianza.
Razzi ha dichiarato di aver avuto decine di conquiste in gioventù, un vero sciupafemmine ed oggi è firmatario di una “rivoluzionaria” proposta di legge per riaprire le case chiuse sul modello svizzero («tutto pulito e in ordine»).

Colaiuta, invece, ex spogliarellista e stato anche un ‘corteggiatore’ nel programma Tv di Maria De Filippi, belloccio, palestrato, un tipo pronto a spiccare il volo grazie alla tv o magari al cinema.
Tra l’altro entrambi i nostri “eroi” possono vantare una imitazione, famosissima quella di Razzi firmata da Maurizio Crozza, più soft quella Colaiuta a Quelli che il Calcio (muto e a petto nudo).
La televisione nazionale li vuole entrambi.

Il fidanzato della Pezzopane, ormai è cosa certa, parteciperà ad un programma su La7. Fino a qualche settimana fa si parlava di un suo eventuale sbarco sull’Isola dei Famosi, ipotesi poco credibile ma comunque cavalcata abbondantemente sui social network dallo stesso Colaiuta.
«È ufficiale!!», ha annunciato Simone ieri su Facebook. «Dal 13 novembre al 18 dicembre sarò protagonista di una trasmissione televisiva ANNOUNO condotta da Giulia Innocenzi in onda tutti i giovedì dalle 21:00 alle ore 00:00 sul canale La7».
Subito, sempre via social network, sono arrivati i complimenti della fidanzata: «in bocca al lupo, Simone», ha scritto la senatrice piazzando anche una emoticon ‘felicissima’.

Tra i programmi in cui si poteva ipotizzare una sua presenza, vista la recente esposizione mediatica, il talk della Innocenzi non sembrava tra le opzioni possibili per la venatura strettamente politica del programma che si basa su giovani opinionisti e osservatori del mondo politico.
Chi potrebbe sbarcare sull’Isola dei Famosi, da quest’anno su Canale 5, è invece Antonio Razzi. Il senatore ha confermato la trattativa in corso ma non ha nascosto che c’è ancora un nodo da sciogliere, quello dell’eventuale dimissione da parlamentare se scegliesse l’atollo sperduto a favore di telecamera. Si tratterebbe per la prima volta di un politico in carica eletto che abbandona la sua carica per un vetrina televisiva stile “Grande Fratello” che potrebbe far schizzare in maniera esponenziale le quotazioni dell’abruzzese di Giuliano Teatino.
«Eh no, non scherziamo. Aò, ‘cca nisciun è fess. E come faccio: qua è una paga sicura, là manco mi pagano. Non scherziamo dai, io dico la verità», ha detto Razzi che ha capito da molto che la politica è anche spettacolo. Solo che ultimamente il confine si è assottigliato a tal punto da diventare invisibile.
a.l.