TELEVISIONE

‘Aggressione’ a Paola Ferrari… Le Iene pubblicano il video-verità

Svenimento e stato di choc, ma nel video non c’è nulla

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10844

‘Aggressione’ a Paola Ferrari… Le Iene pubblicano il video-verità






TELEVISIONE. Nessun commento alla notizia ma solo il video di quanto ripreso, pubblicato su Facebook.
Così il programma televisivo Le Iene replica alle accuse della giornalista Paola Ferrari che ha raccontato di essere stata aggredita da un inviato del programma e di essere svenuta per la paura.
Dalle immagini che sono state messe on line si vede l’inviato che si avvicina, pare che la giornalista se ne accorga appena e poi entra negli studi della Rai. Non è chiaro se ci sia un continuo o se la scena sia finita così.
Resta la ricostruzione della giornalista dettata ieri sera alle agenzie di stampa: «momenti di paura per Paola Ferrari, la conduttrice della 'Domenica sportiva' per un pesante scherzo della troupe de 'Le Iene', nel primo pomeriggio a Milano, che è stato percepito come una vera e propria aggressione. La giornalista - secondo quanto appreso da fonti Rai - è stata spinta da dietro da un attore, definito 'twerkatore' che aveva in testa una parrucca bionda e schiacciata verso le porte di ingresso della sede Rai all'angolo con Corso Sempione. ''Paola Ferrari - ha spiegato il vicedirettore sport Maurizio Losa - è riuscita a stento a divincolarsi, pensando fosse un tentativo di aggressione visto che questo personaggio la strusciava da dietro, e una volta entrata nel palazzo è svenuta rimanendo sotto choc per diverse ore. Sarà comunque regolarmente al lavoro''. L'episodio si è verificato verso le 14 quando la giornalista stava andando in sede per preparare la trasmissione. Scesa da una auto e dopo aver fatto un paio di foto con dei fan è stata avvicinata, con la scusa di un sondaggio, da un figurante delle Iene. Mentre stava rispondendo, è intervenuto alle sue spalle il secondo attore con la parrucca. Una volta ripresasi la conduttrice ha chiamato la polizia, ma ha fatto sapere che non sporgerà querela. Losa ha espresso a nome della redazione sportiva e del programma ''solidarietà alla collega''. ''Condanniamo con fermezza quanto accaduto per il cattivo gusto e la gravità di un presunto scherzo del genere - ha sottolineato - e pretendiamo che almeno ci siano subito le scuse''.
''Paola Ferrari e' ancora molto scossa per quanto accaduto davanti all'ingresso della Rai, l'episodio si commenta da sé, non ha nulla a che fare con la satira o l'ironia, se questo era l'intento dell'inviato delle Iene, l'effetto è stato diametralmente opposto all'intenzione''. ''Per quanto accaduto - sottolinea Mazza - c'e' solo una cosa da fare: chiedere scusa subito e pubblicamente. Ho manifestato a Paola Ferrari la vicinanza e la solidarietà di tutta Rai Sport''»
Nessuna scusa da parte del programma Mediaset ma, come detto, solo il video di quanto ripreso. E sui social network è partita una ‘scaricata’ di insulti alla giornalista rea, secondo alcuni, di aver fornito una ricostruzione esagerata di quanto accaduto.
«Capisco con rammarico», scrive poi la giornalista su Twitter, «che non e' permesso spaventarsi se una persona ti viene alle spalle e ti blocca la porta senza dire che e' uno scherzo. La sensibilità altrui non e' mai conteggiata. Spaventare una persona per fare ascolti mi fa schifo. E auguro a ogni donna di non trovarsi mai un uomo dal dietro che la spinge contro una porta. E se e' uno scherzo lo capisci dopo».