IL FATTO

«Se l’aglio si annerisce i funghi sono tossici», Tv “presa d’assalto”

Consumatori arrabbiati per l’informazione falsa diffusa in diretta tv

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

7611

 Luisanna Messeri

Luisanna Messeri

ITALIA. La cuoca in diretta: prendete il macinato, un pizzico di sale, un pizzico di questo e di quell’altro e voilà servito il rotolo ai funghi porcini.

L’ospite interrompe la chef: e se i funghi sono velenosi? Come me ne accorgo?
E lei: «se l’aglio non si annerisce il fungo è commestibile».
E’ successo più o meno questo nella diretta tv del programma “Il club delle Cuoche” andato in onda su Arturo Tv il 4 novembre e trasmesso su Sky. Almeno così sembra a giudicare dalla ricostruzione dei commentatori imbufaliti sulla pagina Facebook della trasmissione. 
Alcuni fans del programma sono arrabbiati con l’emittente che ha lasciato passare l’idea che dal colore di uno spicchio d’aglio sia possibile appurare la velenosità di un fungo; il compito invece, come ribadito dalla circolare del Ministero della Salute, spetta solo ad un micologo professionista.
L’associazione dei Consumatori Robinhood Abruzzo ha chiesto la rettifica della dichiarazione andata in onda e si è detta pronta a denunciare l’accaduto all’Ordine dei Giornalisti, all'Agcom, al Corecom, a SkyItalia ed al Ministero della Salute.

LA PROTESTA
Dopo la puntata si è levato un coro di protesta su Facebook. Scrive Niccolò Oppicelli: «oggi è andata in onda una trasmissione televisiva su SKY, "Il Club delle Cuoche", nella quale la conduttrice Luisanna Messeri era intenta a preparare un rotolo di carne con ripieno di funghi porcini. Nel raccontare il preparato l'ospite in studio chiedeva come essere certi che i funghi fossero commestibili e lei candidamente e più volte ha ripetuto che avendo messo l'aglio questo era rimasto bianco e solo se fosse diventato nero i funghi sarebbero da scartare perchè tossici...».
Segue il commento: «non è assolutamente vero. Pensate solo se stasera qualcuno si cucina due amanite falloidi, velenose mortali... con l'aglio che resta bianco! Ci resta secco! mai affidarsi ai vecchi metodi della nonna che non funzionano e causano ricoveri e vittime da intossicazione».
E Niccolò Oppicelli lo sa bene, visto che è un micologo di professione con una passione forsennata per i funghi.
La bacheca Facebook di Arturo Tv si infiamma di commenti. Anna Rivarola esordisce così: «sono indignata dal comportamento della vostra emittente che, dopo aver trasmesso una falsa notizia circa il riconoscimento dei funghi, non si è curata di darne smentita. Anzi, ha snobbato chi, su questa pagina, ha scritto in proposito prima di me. È un fatto gravissimo poiché mette a rischio la vita di tante persone che vi seguono. Personalmente cancellerò Arturo tv dalla lista dei canali e mi impegnerò per pubblicizzarvi nel peggior modo possibile, chi si prende gioco dell'altrui vita non deve avere spazio».
Interviene anche Enrica Morlotti, docente all'Università di Parma ed appassionata micologa: «sono rimasta esterrefatta della faciloneria con cui vengono "elargite" demenziali informazioni sui metodi per distinguere i funghi commestibili..... qualcuno di voi ha idea di quante persone ci lasciano la pelle ogni anno, anche a causa di queste credenze della nonna??? Rettificate subito!!!!!».
Segue il consiglio di Antonio Carta che suggerisce a Niccolò Oppicelli di scrivere a Striscia la Notizia «che di sicuro prenderà la palla al balzo per sputtanare un po' Sky».
La mancata rettifica da parte dell’emittente e l’assenza di un cenno alle segnalazioni ha fatto andare su di giri gli utenti le cui critiche sono finite in uno spazio in alto a destra della bacheca Facebook della tv.


L’EMITTENTE: «SI E’ TRATTATA DI UNA CREDENZA POPOLARE»
Solo ieri Arturo Tv ha risposto ad Oppicelli: un messaggio stringato, poche righe per spiegare e spiegarsi: «Salve Niccolò», scrive la Tv, «probabilmente Luisanna Messeri ha riportato una delle credenze popolari che talvolta sappiamo essere inesatte. La ringraziamo per la segnalazione che gireremo a chi di dovere».