TV

Strage di Capaci, il racconto di Rosaria Schifani e le musiche di un artista abruzzese

A 20 anni dall’attentatuni la vedova è tornata sui luoghi del dolore

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10630

Strage di Capaci, il racconto di Rosaria Schifani e le musiche di un artista abruzzese
L’AQUILA. Sono di Fabrizio Mancinelli, musicista aquilano, le musiche del documentario “Ho vinto io” di Felice Cavallaro, in onda ieri sera su Rai 3.

Protagonista del racconto Rosaria Schifani, la moglie dell’ agente della scorta di Giovanni Falcone, Vito Schifani, ucciso nella strage di Capaci il 23 maggio del 1992 insieme ad altri colleghi, il giudice e la moglie Francesca Morvillo.
E’ stata Rosaria la protagonista del documentario di Cavallari: è ritornata sui luoghi della tragedia per offrire il racconto di una storia di dolore e di coraggio, ma soprattutto della lotta per riappropriarsi della vita.
L’Italia intera la ricorda quando poco più che ventenne, dall’altare della cattedrale di Palermo, il giorno dei funerali di Falcone e degli agenti della scorta, disse ai responsabili della strage: «io vi perdono ma vi dovete inginocchiare».
Vent’anni dopo Rosaria si è raccontata: si è trasferita al nord, si è risposata, ha cresciuto quel figlio che vent’anni fa aveva appena 4 mesi e ha avuto anche altre due figlie. «Ho vinto io», ha detto, entrando per la prima volta nella villa di Toto Riina, sequestrata e oggi affidata ai carabinieri.
«Rosaria ci ha dato grandi emozioni», ha spiegato Cavallari, «in un viaggio che è iniziato il giorno che ha bussato alla mia porta con un bambino di quattro mesi in braccio, che oggi è, come vediamo nel documentario, all'Accademia della guardia di finanza di Bergamo dove aspira a diventare ufficiale. Questo ragazzo rappresenta un pò tutti i figli di una generazione marchiata a fuoco dalla mafia, di tutti i figli fieri dei propri padri».
Il direttore della Rete, Antonio Di Bella ha sottolineato l'impegno della Rai per il documentario. «Questo non è un dibattito politico teorico, ma è vita vissuta. La memoria è un nostro dovere. Tutta la giornata sarà dedicata all'anniversario».
Le musiche originali, con tema principale (dal titolo “Ho vinto io”, per l’appunto) sono state composte dall’autore aquilano che risiede ormai a Los Angeles.
Mancinelli ha iniziato la sua carriera nel mondo della musica anni fa al fianco del celebre compositore Gian Carlo Menotti proseguendo i suoi studi presso il conservatorio de L’Aquila (diplomandosi in Composizione e Direzione D’Orchestra) e perfezionandosi in Musica per Film con il Premio Oscar Luis Bacalov e presso la University of Southern California a Los Angeles nel 2009.
Attivo in Italia ed all’estero nel campo della musica applicata (documentary, Film e TV), i suoi recenti lavori includono le musiche originali della trasmissione Tv di Andrea Vianello “Agorà” su Rai Tre e la canzone originale per il film di R.Velasquez “Ojala”, in produzione. E’ anche orchestratore e direttore per serie di grande successo come “Il XIII Apostolo” e “Una Grande Famiglia” su Rai Uno.