«Nuova sede Corte d'Appello L'Aquila pronta a settembre»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3059

L'AQUILA. Entro il prossimo 16 settembre sarà pronta la nuova sede della Corte d'Appello dell'Aquila nei pressi della stazione ferroviaria.

Entro la fine del 2012 sarà completa anche la ricostruzione del Palazzo di giustizia di via XX settembre. E' l'annuncio fatto dal presidente della Corte d'Appello dell'Aquila, Giovanni Canzio, nel fare il punto sulla ricostruzione degli uffici giudiziari a margine del "Memorial Day" che si è svolto ieri a L'Aquila.

Canzio ha mostrato soddisfazione «per lavori che stanno andando molto velocemente», ma ha anche invitato gli Enti a «fare la loro parte, realizzando i parcheggi».

In riferimento alla Corte d'Appello, il presidente ha spiegato che «i lavori saranno completati entro la metà di luglio. Saranno consegnati alla Corte d'Appello entro la fine di luglio - annuncia - e ad agosto pensiamo di organizzare il trasloco di tutti i nostri uffici in quella nuova sede, in modo da liberare Bazzano per altri uffici giudiziari che oggi sono sparsi sul territorio, con particolare riguardo per il Tribunale di sorveglianza».

«Se tutto procede normalmente, e se il Comune, il provveditorato regionale e l'impresa fanno la loro parte - spiega ancora - potrà funzionare a regime il 16 settembre, alla ripresa dell'attività giudiziaria 2011».

Riguardo il tribunale, Canzio ha sottolienato che «é stata terminata tutta la fase di aggiudicazione della gara, ed è stata aggiudicata a un'impresa molto importante di Milano, che ha già preparato la base per iniziare i lavori. Il progetto esecutivo è all'attenzione del provveditorato regionale alle Opere pubbliche, credo che tra pochi giorni inizieranno i lavori anche lì».

Il termine per i lavori è di 14 mesi. «La scadenza ci consente di pronosticare entro la fine del 2012 anche la ricostruzione del Palazzo di giustizia, nel quale andranno tutti gli altri uffici giudiziari, in modo da lasciare Bazzano, che abbiamo sempre ritenuto una sede dignitosa, ma pur sempre precaria e provvisoria».

Per Canzio, questi due canali di ricostruzione costituiscono «un grande successo per la città dell'Aquila, che in questo modo conserva la sua sede di Corte d'Appello con tutti gli uffici giudiziari. Il rischio mortale era quello di perderla per mancanza di un edificio».

«La nuova sede - prosegue - sarà un edificio pubblico di grande rilievo, che speriamo dia grande energia, rivitalizzi la città, visto che questi uffici sono frequentati da migliaia di persone, imputati, avvocati, cittadini, giudici».

Il presidente della Corte d'Appello ha anche lanciato un appello agli Enti locali.

«Chiedo agli organi competenti, Regione, Provincia e Comune, di fare la loro parte: realizzare i parcheggi, infrastrutture che sono indispensabili perché tutto vada a regime».

12/05/2011 11.21