Terremoto, crollo con 19 morti, rinviato a giudizio l'unico indagato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1279

L'AQUILA. E' stato rinviato a giudizio Luigi Marrone, 94 anni di Scoppito. L'anziano è l'unico imputato per il crollo del condominio di via Poggio Santa Maria.

Lo ha stabilito ieri mattina nel corso dell'udienza preliminare il gip del tribunale dell'Aquila, Marco Billi.

In quel palazzo alle 3.32 del 6 aprile 2009 sono morte 19 persone. Marrone sarà l'unico, quindi, a dover affrontare il processo che prenderà il via il prossimo 15 luglio. Nel corso delle indagini sono state individuate anche altre 10 persone responsabili per la costruzione dell'immobile ma sono tutte decedute negli anni scorsi.

L'uomo deve difendersi dall'accusa di omicidio colposo plurimo in qualità di committente e intestatario della concessione edilizia del palazzo di quattro piani realizzato negli anni sessanta

Ieri mattina i suoi legali, Ernesto e Massimiliano Venta, avevano avanzato la richiesta di un incidente probatorio, per dare l'avvio ad una super-perizia ma il Gup, ritenendo esaustiva quella del pm titolare dell'inchiesta, Fabio Picuti, ha rigettato la richiesta degli avvocati che avevano sollevato discrasie tra le risultanze della perizia del pm e quella di parte.

Tra i superstiti di quel crollo ci fu una studentessa riminese di 20 anni Eleonora Calesini, estratta viva dopo quasi due giorni dal crollo; un'altra e' riemersa dopo un'apnea di 23 ore: ha respirato grazie a un cuscino. Una persona era rimasta sul letto con le gambe bloccate. I soccorritori si erano infilati sotto la rete, e l'avevano segata tirandola fuori dai guai.

05/05/2011 10.57

*CROLLO FACOLTÀ INGEGNERIA, 7 RINVII A GIUDIZIO

*CROLLI PALAZZINA VIA STURZO, UN RINVIATO A GIUDIZIO