RICOSTRUZIONE

Ricostruzione, ministro Barca: «bisogna accelerare»

Primo incontro ufficiale tra il commissario Gianni Chiodi e l’esponente del Governo Monti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3047

Ricostruzione, ministro Barca: «bisogna accelerare»
ROMA. Oggi alle 12, a Roma, nella sede del ministero, Largo Chigi, 19 primo incontro ufficiale tra Chiodi e il Ministro per la coesione territoriale, Fabrizio Barca.


Oltre a Barca, per il Governo hanno partecipato all’incontro il sottosegretario Antonio Catricalà e il capo di Gabinetto del Ministro delle Finanze, Vincenzo Fortunato. «Dobbiamo occuparci della ricostruzione e dello sviluppo delle areee colpite dal sisma», ha detto il ministro. Piena fiducia è stata espressa all'operato del commissario. «Il Governo ha confermato la sua fiducia a Chiodi già nell'incontro del 28 dicembre scorso», ha tenuto a sottolineare il sottosegretario Antonio Catricalà mente Chiodi ha esposto ai rappresentanti del governo i problemi più urgenti legati alla ricostruzione.
Sul tavolo anche il problema dei centri storici mentre la relazione di Chiodi rappresenta per il Governo la piattaforma da approfondire nelle prossime due settimane. Inoltre, il commissario Chiodi e il sindaco Cialente hanno evidenziato il problema delle risorse legate all'emergenza.
Le valutazioni sui problemi riguardanti la ricostruzione saranno riportate entro il 14 febbraio, data in cui il ministro Barca incontrerà nuovamente Chiodi, questa volta a L’Aquila.
I rappresentanti del ministero dell'Economia hanno sottolineato come la Opcm sui centri storici riporta il lodo Letta cui ha partecipato anche il sindaco Massimo Cialente che ha lamentato nuovamente il fatto di non aver condiviso il provvedimento.
Barca ha chiesto al sindaco di non lasciare spazi a risentimenti. «Il mio tavolo - ha detto - deve partire da zero. Ogni scelta della ricostruzione lascia scontenti. Lo sforzo è quello si superarli per il bene della collettività».
«Esco più sollevato di come sono entrato», ha chiuso il ministro. «Si sta facendo molto. Dobbiamo accelerare su una questione che non è aquilana ma nazionale». A latere dell'incontro Barca incontrerà anche Cialente e i sindaci delle aree omogenee per parlare di sviluppo.