L‘Aquila, «che fine ha fatto l’appalto per le mense scolastiche?»

Nessuna notizia sul sito internet comunale, nessuna notizia dal servizio Diritto allo Studio.

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4659

Massimo Cialente

Massimo Cialente

L’AQUILA. I genitori che fanno parte della commissione mensa inviano una lettera aperta al sindaco Massimo Cialente.

L’AQUILA. I genitori che fanno parte della commissione mensa inviano una lettera aperta al sindaco Massimo Cialente.
Che fine ha fatto l’appalto per le mense scolastiche del Comune dell’Aquila?, domandano. L’appalto è scaduto a luglio 2011 e ad ottobre era «in corso la verifica delle proposte economiche» (risposta dell’assessore al Diritto allo Studio ad interrogazione in Consiglio Comunale del 31-10-2011). Il servizio, ad un anno e mezzo dalla scadenza del vecchio appalto, procede ancora in proroga.

Nel nuovo appalto per la refezione scolastica è prevista l’attivazione del servizio multirazione (ovvero dello “scodellamento” dei pasti direttamente a scuola, senza pre-confezionamento in plastica) in tutte le scuole adeguate, con lavori eseguiti a dicembre, per accogliere questo servizio. Infatti, a dicembre, con dispendio di energie e fondi pubblici, sono state adeguate circa 30 scuole. Ben 30 scuole, con il completamento del nuovo appalto, potrebbero quindi ricevere lo scodellamento già da ora; attualmente, la permanenza in plastica del pasto preconfezionato genera insoddisfazione nei bambini, assicurano i genitori. «Il ritardo nella conclusione della gara d’appalto per la refezione scolastica sta privando i bambini della possibilità di usufruire di un pasto più salutare».

I genitori chiedono che al più presto vengano date informazioni in vista delle iscrizioni a scuola per il prossimo anno, per permettere di conoscere e possibilmente scegliere quelle scuole, materne ed elementari, in cui il pasto viene scodellato a scuola quotidianamente.

La commissione mensa ha, inoltre, ripetutamente sollecitato e sollecita nuovamente una richiesta ufficiale da parte del sindaco (quale autorità sanitaria) nei confronti delle strutture competenti (ASL/Regione Abruzzo) di ripristino a L’Aquila del laboratorio accreditato per le analisi sugli alimenti: tale carenza non consente, dal 6 aprile 2009, di eseguire le analisi sugli alimenti distribuiti dalle mense scolastiche.

Ma si chiede anche trasparenza sull’utilizzazione/applicazione delle migliorie offerte nel precedente appalto scaduto e l’attivazione di apposito spazio notizie mensa scolastica sul sito internet del Comune dell’Aquila.