Palazzo classificato 'E' diventa improvvisamente 'A'. Esposto alla Procura

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3684

L'AQUILA. Una decina di famiglie sfollate ha ricevuto una lettera di sfratto dagli alloggi del progetto C.a.s.e. nonostante la palazzina di proprietà dell'Ater in cui vivevano prima del sisma sia transennata e considerata pericolante. * AMICHE PER L’ABRUZZO, STASERA A MATRIX UN ANNO DOPO
Una situazione complicata in cui la burocrazia rischia di fare più danni di quanti non ce ne siano già stati. In difficoltà e senza risposte per il momento ci sono 10 famiglie che sono state messe letteralmente alla porta.
Il provvedimento di sfratto, infatti, è scattato perché lo stabile originario di residenza, quello dove questi aquilani hanno vissuto fino alle 3.32 del 6 aprile 2009, dopo essere stato classificato "E" (e quindi inagibile) il 20 aprile 2009, nell'ottobre scorso è stato misteriosamente portato ad "A", ovvero agibile.
«Qualche giorno fa - racconta in una lettera Anna Maria Orsini - abbiamo ricevuto dal vice commissario vicario per la ricostruzione un avviso di avviato procedimento per la revoca dell'assegnazione dell'alloggio del progetto C.a.s.e., firmato dal responsabile dell'area, Paola Giuliani, in quanto non abbiamo più il requisito essenziale per la permanenza, cioé l'esito di agibilità 'E'. Le nostre abitazioni, infatti, sono state riclassificate 'A' e noi abbiamo messo tutto nelle mani della Procura della Repubblica».
Cosa sia mutato nel frattempo è difficile saperlo ma di sicuro le famiglie sfrattate non se la sentono di spostarsi in un palazzo che fino a qualche settimana fa (e per circa 11 mesi) è stato considerato pericolo.
L'esito è "A" sulla carta, infatti, ma secondo gli inquilini gli alloggi Ater di cui erano assegnatari sono in tutt'altre condizioni.
«Si continuano a fare sopralluoghi - continua la signora Orsini - e verifiche sulle abitazioni e nel sottosuolo di tutto il quartiere: nonostante i risultati non siano affatto incoraggianti, soprattutto per il nostro edificio che, a detta dei tecnici, sta peggio degli altri, l'esito di agibilità tuttavia resta sempre 'A'. Eppure il nostro palazzo, come del resto gli altri, è stato transennato tutto intorno con tanto di cartelli con la scritta 'Attenzione pericolo non oltrepassare'. Anche se il portone è stato lasciato accessibile».
«Nella lettera che abbiamo ricevuto - continua la nota - ci viene detto che possiamo usufruire di altre soluzioni alloggiative idonee, a carico della Struttura per la gestione dell'emergenza (Sge) o, in alternativa, percepire il contributo per l'autonoma sistemazione. Insomma dovremmo tornare a stare come un anno fa, negli alberghi o nelle roulotte».
La signora Orsini ha sottolineato ancora con amarezza: «dimenticavo che le 'casette di Berlusconi' sono solo per le 'E', perciò si può continuare a stare al mare o in montagna. Che importa se adesso quelle casette sono in eccedenza. Anzi, cacciamo anche le famiglie che hanno perso i requisiti, ma che comunque non possono rientrare nelle loro case terremotate, così il numero degli alloggi vuoti aumenta».

21/06/2010 10.26

[pagebreak]

AMICHE PER L'ABRUZZO, STASERA A MATRIX UN ANNO DOPO

L'AQUILA. Novecentomila euro per la scuola “De Amicis” e 250mila per il Centro polifunzionale di Camarda.
L'impegno di Amiche per l'Abruzzo, l'iniziativa benefica voluta dalle cantanti Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Elisa e Gianna Nannini, che ha portato a raccogliere 1milione 183mila euro nel concerto dello scorso anno allo stadio San Siro di Milano, contribuirà alla ricostruzione della più antica tra le scuole aquilane e alla realizzazione di una struttura a valenza sociale e ricreativa nella frazione ai piedi del Gran Sasso.
Ieri, proprio in piazza San Bernardino, davanti a quella che era la scuola De Amicis, oggi ingabbiata dai tubi di acciaio che mantengono in sicurezza la struttura, la cantante Laura Pausini ha simbolicamente consegnato l'assegno nelle mani del sindaco dell'Aquila Massimo Cialente.
«Sono grato a Laura Pausini e alle sue colleghe – ha dichiarato il primo cittadino – che si sono fatte promotrici di un grande evento spettacolo in favore della ricostruzione della nostra città. Con la De Amicis rinascerà uno dei simboli del centro storico aquilano, la scuola più antica e più frequentata. Questa donazione, già versata nelle casse comunali e corredata da un progetto di restauro, contribuirà all'importante programma complessivo di ricostruzione e messa in sicurezza dell'edificio, per cui stiamo valutando la possibilità di operare un isolamento sismico. Una parte dei fondi verranno invece destinati, per volere delle artiste promotrici dell'iniziativa, alla frazione di Camarda e all'ampliamento del Musp (Modulo abitativo per uso scolastico) che ospita attualmente la scuola De Amicis».
L'edificio, nato come antico ospedale cittadino, fu realizzato nel ‘400 a fianco della basilica si San Bernardino da Siena per volere di San Giovanni da Capestrano, e mantenne le funzioni di nosocomio per quattro secoli. Fino al 6 aprile scorso ospitava la scuola primaria e la scuola dell'infanzia De Amicis, che contavano complessivamente oltre 500 alunni.
Oltre al sindaco Cialente, ad accogliere e ringraziare Laura Pausini, erano presenti il vice sindaco Giampaolo Arduini, il consigliere comunale Pasquale Corriere e la dirigente dell'istituto scolastico “Edmondo De Amicis” Genovina Miconi.
Intanto stasera in prima serata su Canale5 Alessio Vinci presenta uno Speciale Matrix 'Amiche per l'Abruzzò.
Laura Pausini, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Giorgia ed Elisa saranno presenti in studio per rivivere e commentare insieme i momenti più emozionanti del concerto.
Nell'occasione presenteranno anche il dvd dell'evento, 4 ore di grande musica con le 38 artiste che hanno partecipato al concerto di un anno fa che interpretano i loro brani più celebri oltre a duetti e performance.
Nel corso di questa speciale prima serata Alessio Vinci dallo studio di Matrix si collegherà con le piazze di Milano e L'Aquila dove saranno presenti tutte le cantanti che hanno partecipato al grande evento di San Siro.
A Milano ci saranno: Alexia, Chiara Canzian, Andrea Mirò, Paola e Chiara, Syria e Jo Squillo. Mentre a L'Aquila, Fiordaliso, Simona Molinari, Mariella Nava, Donatella Rettore, Senit, Ivana Spagna.

21/06/2010 10.31