Viabilità L’Aquila: approvate opere per risolvere le nuove emergenze

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5065

L’AQUILA. A seguito del sisma del 6 aprile, accanto a criticità di ogni tipo, ne sono sorte anche altre nell'ambito della mobilità cittadina e del suo hinterland, che si sono aggravate con la riapertura delle scuole e con il rientro dei cittadini sfollati.


Per far fronte a questo tipo di emergenza il Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ha dato vita ad agosto ad un Gruppo Tecnico specifico per la mobilità che comprende tutti gli enti e le aziende interessate (Regione, Protezione Civile, Comune e Provincia dell'Aquila, Anas, Provveditorato alle opere pubbliche, Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana e le aziende del trasporto pubblico locale).
Oggi questa task force, convocata da Guido Bertolaso, si è riunita nella Scuola della Guardia di Finanza, a Coppito, per discutere della progettazione degli interventi immediatamente cantierabili finalizzati a risolvere le criticità connesse con la viabilità dell'Aquila.
Alla riunione, la Regione è stata rappresentata dall'assessore ai trasporti e alla sicurezza stradale, Giandomenico Morra.
Questo l'elenco delle opere approvate.

LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA VARIANTE SUD ALL'ABITATO DELL'AQUILA (lotto A) l'intervento ha una lunghezza complessiva di circa 3.600 metri e origina in corrispondenza dell'esistente Variante Sud. Il tracciato prevede l'interconnessione, mediante rotatoria, con il Nucleo Industriale di Pile e il collegamento a livelli sfalsati con la strada provinciale n° 584. La stima dell'intervento è di circa 31.000.000 di euro di fondi Anas previsti nel decreto "sisma".

LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA VARIANTE SUD ALL'ABITATO DELL'AQUILA (lotto C) l'intervento prevede il collegamento tra il secondo lotto della variante di L'Aquila in località Bazzano e la SS 17 in località S. Gregorio. Il progetto prevede la soluzione dell'innesto con la SS 17 in prossimità del bivio di S. Gregorio mediante una rotatoria a livelli sfalsati. Il tracciato prosegue con la realizzazione di uno svincolo a rotatoria con la viabilità di collegamento al Nucleo industriale di Onna e termina con la rotatoria di raccordo tra la SS 17, la SP 17 ter e la Strada Consortile Mausonia. La stima sommaria dell'intervento è di circa 25.000.000 di euro di fondi Anas previsti nel decreto "sisma".
La conferenza di servizi ha anche approvato i lavori relativi alla realizzazione degli accessi alle aree residenziali del progetto C.A.S.E. di Tempera e di Gignano; al collegamento tra la S.S. 80 in località Coppito con la S.S. 17 in località Centi Colella (innesto variante sud); al miglioramento dell'innesto con la viabilità di accesso al nucleo industriale di Pile.

SOPPRESSIONE DEI PASSAGGI A LIVELLO
Da parte di Rete Ferroviaria Italiana, infine, a seguito delle verifiche svolte con l'Anas, il Comune e la Provincia dell'Aquila, è stato assicurato che saranno iniziati i lavori relativi alla soppressione di tredici dei diciotto passaggi a livello sulla tratta ferroviaria San Demetrio – Sassa e la conseguente realizzazione della nuova linea di metropolitana di superficie.
Il progetto prevede la realizzazione di quattro fermate, in prossimità delle nuove aree urbanizzate di Sassa, Nucleo Industriale, Aquilone, Bazzano, San Gregorio.

«E un risultato positivo», ha commentato l'assessore Morra, «oggi sono state approvate opere importanti per la viabilità della città dell'Aquila, delle quali si parla da anni e che saranno determinanti per decongestionare la mole di traffico veicolare che ancora oggi rende difficoltosi gli spostamenti sulle direttrici est-ovest del capoluogo e gli ingressi dalle nazionali e dall'autostrada. Sino ad oggi sono stati realizzati interventi strutturali come le rotatorie vi è, però, la necessità di realizzare nuove opere strutturali necessarie per alleggerire il traffico cittadino».
10/12/2009 17.47