Adesso si pensa anche alle automobili ''vittime'' del terremoto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2306

L'AQUILA. Un censimento di tutti gli autoveicoli immobilizzati nelle aree colpite dal terremoto del 6 aprile in Abruzzo, per la restituzione ai proprietari o la loro demolizione su consenso dei proprietari stessi. * VIABILITA’, MODIFICHE AL TORRIONE E A SANT’ANTONIO
E' questo l'oggetto della Convenzione che il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, e il presidente dell'Automobile Club de L'Aquila, Rosanna Di Gioacchino, hanno sottoscritto ieri a L'Aquila.
Un team composto da una ventina di giovani, residenti nelle zone terremotate, ha il compito di individuare i veicoli immobilizzati. Secondo una prima stima effettuata qualche settimana fa dal giornale Quattroruote, ammonterebbe a 5 mila il numero di auto rimaste sotto le macerie e non risarcite.
Adesso una prima svolta.
I ragazzi, autorizzati dal Dipartimento ad accedere nelle “zone rosse”, devono compilare una scheda di rilevamento, con tutti i dati dell'autoveicolo, l'ubicazione ed una foto che dovrà documentare lo stato del mezzo.
Le informazioni della scheda sono confrontate e completate con i dati del P.R.A. – Pubblico Registro Automobilistico.
L'ACI de L'Aquila ha il compito di contattare il proprietario dell'autoveicolo per informarlo sull'ubicazione del mezzo ed eventualmente per acquisire l'autorizzazione alla demolizione e la cancellazione dal PRA.
L'elenco sarà consultabile sul sito dell‘Automobile Club per la fine di questa settimana. Le informazioni sulla procedura per segnalare automobili non censite saranno pubblicate sul sito internet della Protezione civile.
I veicoli ai quali non è possibile attribuire una targa potranno essere successivamente identificati dai proprietari o dagli aventi diritto attraverso fotografie o informazioni sul luogo di ubicazione.
Uno sportello per il cittadino e un numero dedicato per informazioni e consulenza sul censimento saranno attivati nella sede dell'ACI de L'Aquila situata nella Caserma della Guardia di Finanza a Coppito.
La Convenzione prevede inoltre che per le attività necessarie al censimento, il Dipartimento della Protezione Civile assicura all'ACI de L'Aquila una copertura di spesa fino ad un massimo di 60.000 euro oltre l'IVA.
19/11/2009 11.25

[url=http://www.primadanoi.it/notizie/22615-Terremoto-5mila-auto-distrutte-non-risarcite]LA RICERCA DI "QUATTRO RUOTE"[/url]

[pagebreak]

VIABILITA', MODIFICHE AL TORRIONE E A SANT'ANTONIO

L'AQUILA. Da venerdì 20 novembre saranno operative numerose modifiche alla circolazione nel quartiere del Torrione e altre variazioni al transito saranno istituite nei prossimi giorni nella zona di Sant'Antonio.
E' quanto prevedono due ordinanze firmate dal sindaco Massimo Cialente e predisposte, rispettivamente, dal comando di polizia municipale e dal servizio Opere pubbliche.
In particolare, al Torrione, da domani entreranno in vigore le seguenti disposizioni.
1) In via Edoardo Scarfoglio: istituzione del senso unico di marcia nel tratto di strada compreso tra l'innesto di via Colle Sapone e l'incrocio con via Ignazio Silone nella medesima direzione (a salire); istituzione di spazi per la sosta sul lato destro a salire fino all'incrocio con via Fiore Paris con l'allestimento di parcheggi su entrambi i lati fino all'incrocio di via Silone; arrivati all'incrocio con via Federici (a scendere), sarà obbligatorio girare a destra.
2) In via Fiore Paris: senso unico di marcia da via Scarfoglio a viale Alcide De Gasperi e istituzione, all'incrocio con viale De Gasperi, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza.
3) In via Galiani: istituzione, all'incrocio con via Paris, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con la direzione obbligatoria a destra.
4) In via Meis: istituzione, agli incroci con via Scarfoglio, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con direzione obbligatoria a sinistra.
5) In via Vastarini Cresi: istituzione, all'incrocio con via Scarfoglio, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con direzione obbligatoria a destra.
6) In via Filippi Spaventa: istituzione, all'incrocio con via Scarfoglio, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con direzione obbligatoria a destra.
7) In Federici: istituzione, all'incrocio con via Scarfoglio, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con le direzioni consentite diritto e a sinistra.
8) In via Ignazio Silone: istituzione, all'incrocio con via Scarfoglio, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con direzioni consentite diritto e a destra.
9) In via De Lollis: istituzione del senso unico di marcia dalla parte alta della stessa alla parte bassa; istituzione di aree per la sosta sul lato destro nel senso di marcia; istituzione dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza all'innesto via Scarfoglio, con la direzione obbligatoria a sinistra.
10) In via Volta: istituzione, all'incrocio con via Ettore Moschino, della direzione obbligatoria diritto; realizzazione di parcheggi sul lato destro, in direzione della stessa via Moschino; allestimento, all'incrocio con via Cardinale Mazzarino, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza per la svolta a sinistra.
11) In via Cardinale Mazzarino: istituzione del senso unico di marcia nel tratto di strada compreso tra l'innesto di via Volta e l'incrocio di viale De Gasperi, nella medesima direzione (a scendere); realizzazione di un percorso pedonale sul lato sinistro, nel tratto di strada compreso tra via Volta e via Lely; istituzione di stalli di sosta nel tratto compreso tra via Trecco e via Urbani, su entrambi i lati della stessa.
12) In via Ettore Moschino: istituzione del senso unico di marcia nel tratto di strada compreso tra l'innesto di via Cardinale Mazzarino e l'incrocio con viale De Gasperi, nella medesima direzione (a salire); all'incrocio con via Lely sarà possibile procedere solo diritto e sinistra; nel tratto compreso tra l'incrocio di via Lely e viale De Gasperi saranno ricavati parcheggi sul lato destro, nella medesima direzione (a salire); all'incrocio con viale De Gasperi, obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con direzione consentita a destra; all'incrocio con via Volta (a scendere), obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con le direzioni consentite destra e sinistra.
13) In via Lely: istituzione del senso unico di marcia dall'innesto di viale De Gasperi e l'incrocio di via Cardinale Mazzarino, nella medesima direzione; all'incrocio con via Moschino, obbligo di fermarsi e dare la precedenza con le direzioni consentite diritto e a destra; all'incrocio con via Cardinale Mazzarino, obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con la direzione consentita a sinistra; realizzazione di aree di sosta su entrambi i lati della strada nel tratto tra l'incrocio di via Ettore Moschino e l'incrocio di Via Cardinale Mazzarino.
14) In via Trecco: istituzione, all'incrocio con via Cardinale Mazzarino, dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con le direzioni consentite diritto e destra.
15) Sulla via di accesso al piazzale San Pio X: istituzione, all'incrocio con via Cardinale Mazzarino dell'obbligo di fermarsi e dare la precedenza, con l'obbligo di andare diritti; all'incrocio con via Trecco, obbligo di fermarsi e dare la precedenza.
16) In via Urbani: istituzione del senso unico di marcia nel tratto di strada compreso tra via Cardinale Mazzarino e viale De Gasperi, nella medesima direzione; allestimento di parcheggi su entrambi i lati della strada nel tratto in questione; all'incrocio con viale De Gasperi, obbligo di fermarsi e dare la precedenza.
L'ordinanza è stata adottata per via della necessità di razionalizzare la circolazione nella zona in questione, dove sono aumentati gli uffici, le scuole e le infrastrutture viarie e in considerazione del fatto che, comunque, vi sono ancora delle strade che, per le loro dimensioni, sono da considerarsi al limite per la percorrenza in sicurezza a doppio senso di marcia. L'obiettivo del provvedimento, inoltre, è di provvedere alla realizzazione di nuovi parcheggi.

Per quanto riguarda il quartiere Sant'Antonio, è stata decisa l'istituzione di un senso unico di marcia su via dei Farnesi, con direzione da via Fonte Burri a via Salaria Antica Est, con allestimento di aree per la sosta. Anche in questo caso, l'atto ha inteso rendere più fluido il traffico, destinato ad aumentare con la progressiva apertura del complesso degli alloggi antisismici del progetto C.A.S.E..

19/11/2009 11.38