Senatore Tomassini (Pdl): «sapevo che il San Salvatore era pericoloso»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3507

L'AQUILA. I pericoli li conoscevano praticamente tutti? Più passano i mesi e più aumentano le testimonianze di chi oggi racconta di indizi ben precisi sulla pericolosità di edifici pubblici. * TERREMOTO, PAURA E SCUOLE CHIUSE TRA SORA E FROSINONE
Se dopo il sisma è uscita fuori la relazione di Abruzzo Engeenering che aveva mappato tutti i ''difetti'' strutturali di quegli edifici che non hanno retto alla scossa delle 3.32, oggi arriva una nuova rivelazione che lascia a bocca aperta.
«Quando ero presidente della commissione d'Inchiesta sugli ospedali incompiuti, nella XIII legislatura», ha raccontato oggi il presidente della commissione Sanità del Senato Antonio Tomassini, «ero stato all'ospedale San Salvatore dell'Aquila e ne avevo dichiarato, già alla sua inaugurazione, la non idoneità e la pericolosità. Poi di fronte agli eventi, e a quella che è stata la storia politica di quella Regione, uno deve alzare le braccia».
E Tomassini si riferisce proprio della struttura del capoluogo abruzzese, un ospedale a quattro chilometri dall'Aquila, nato nel 2000 ed indicato come nosocomio modello, ma reso inagibile al 90% dal terremoto. Quello per intenderci concepito e costruito in circa 30 anni da Impregilo.
Affermazioni pesanti e gravi e non si capisce come si sia potuta consentire l'apertura.
Vice presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema sanitario dal 24 giugno 1997 al 29 maggio 2001 fu, come si rileva dai dati ufficiali del Senato, Ferdinando di Orio, allora senatore eletto nelle fila della Sinistra Democratica- Ulivo, oggi rettore dell'Università dell'Aquila.
Un allarme che qualcuno pure avrebbe dovuto prendere in considerazione. Ma è probabile che su questo frangente non si conoscerà mai la verità e nemmeno i responsabili.

UNIVERSITA': -50% STUDENTI

Oggi di Orio è tutto concentrato proprio sull'Ateneo che dirige. Secondo una prima stima fatta rispetto allo scorso anno si iscriverà il 50 per cento degli studenti.
«Il numero dei nuovi iscritti sta andando bene soprattutto in relazione agli effetti del terremoto», ha detto il rettore, « ma, se l'università si dotasse di posti letto, mense e servizi adeguati, le iscrizioni potrebbero arrivare anche al 70-80 per cento di quelle dell'anno accademico passato».
Per il momento sono poco piu' di duecento i posti letto messi a disposizione dall'Azienda per il diritto allo studio (Adsu) dell'universita' dell'Aquila agli studenti fuori sede. La convenzione tra l'ateneo e l'Azienda e' stata firmata oggi. Di Orio la definisce «una goccia nell'oceano» perchè in realtà ci sarebbe bisogno di migliaia di posti letto.
Ci sono anche studenti che hanno superato i test d'ingresso per le facoltà a numero chiuso e che comunque ancora non si sono iscritti, proprio a causa della carenza di servizi
Il rettore ha anche sottolineato che il lavoro più difficile è quello di far sì che venga riconosciuto agli studenti dell'università lo status giuridico di sfollati, come per i residenti aquilani.
Questo permetterebbe ai ragazzi di usufruire delle agevolazioni e delle case prefabbricate, senza oneri.

CISL, ANCORA INCERTO FUTURO 90 ADDETTI L'AQUILA

Ed è incerto anche il futuro di 90 addetti della Coop di Pettino e Pile. La mancata convocazione della Conferenza di servizi che, entro settembre, avrebbe dovuto dare il via libera definitivo alla realizzazione di un nuovo supermercato preoccupa il segretario regionale Cisl Gianfranco Giorgi.
«Nella riunione del 31 luglio scorso - afferma Giorgi - alla presenza di Protezione civile, Regione, Provincia e Comune dell'Aquila, sindacati nazionali, territoriali e proprietà, era stata raggiunta un'intesa per la realizzazione in località Sant'Antonio di un supermercato Coop della superficie di 3mila metri quadrati. Intesa sottoscritta da tutti i presenti che avrebbe consentito il riassorbimento di tutte le maestranze. Ad oggi ancora non viene concessa l'autorizzazione definitiva ai lavori».
Giorgi ha chiesto a Comune e Protezione civile di intervenire e rispettare «le scadenze pattuite per salvaguardare i livelli occupazionali e una realtà imprenditoriale ed economica di cui L'Aquila, in questo momento, ha assoluta necessità».

08/10/2009 16.04

[pagebreak]

TERREMOTO, PAURA E SCUOLE CHIUSE TRA SORA E FROSINONE

FROSINONE. Due scosse di terremoto sono state avvertite dalla popolazione, nella notte scorsa, in provincia di Frosinone.
La prima scossa sismica, di magnitudo 3.5, e' stata registrata alle ore 2.51 e le località prossime all'epicentro sono state Campoli Appennino, Pescosolido e Posta Fibreno.
La seconda scossa e' stata registrata alle ore 2.53, con magnitudo 3.4. Secondo quanto riferisce la Protezione civile, non risultano danni a cose e persone.

Il sindaco di Sora Cesidio Casinelli con una ordinanza straordianaria ha chiuso a scopo precauzionale le scuole della citta'.
Le scuole resteranno chiuse da domani 9 ottobre fino al 12 salvo nuove ordinanze.
A Campoli Appennino e Pescosolido decine di persone hanno dormito in auto.
Nelle ultime 60 ore, secondo un calcolo dell'associazione Codici, gli eventi sismici importanti sono stati 9 con magnitudo da 1,8 a 3,5, ma i rilevamenti dell'istituto nazionale di Geofisica attestano oltre 110 fenomeni nell'area interessata.
«Nonostante dalle verifiche della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone o cose e al di la dell'importanza della non prevedibilità di questi eventi», ha detto Luigi Gabriele, Segretario Codici della Provincia di Frosinone, «riteniamo auspicabile che gli organismi preposti si attivino in maniera coordinata per verificare quanto gli enti locali dell'area siano preparati per i piani di emergenza straordinaria e la loro eventuale organizzazione in caso di eventi disastrosi».
Considerando che il numero di comuni interessati è decisamente elevato e che il numero degli abitanti della zona indicata risulta superiore a 100.000 abitanti, Codici invita la Protezione Civile a verificare lo Stato degli edifici pubblici interessati dal sisma

08/10/2009 16.25