Giuliante (Pdl):«ambiguità e degrado nella gestione Cialente»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2785

PESCARA. Ieri mattina il capogruppo regionale del Pdl, Gianfranco Giuliante, ha scritto una nuova puntata sull’ “affaire macerie” e sui frigoriferi. Appalti già contestati e affetti da presunte irregolarità particolarmente gravi.

Tanti gli attacchi personali a Cialente e pochi i particolari aggiunti sulla vicenda degli appalti sospetti. Ma si annunciano già nuove puntate.
I punti contestati, nella conferenza nel palazzo regionale di Pescara, sono sostanzialmente gli stessi che Giuliante aveva espresso in altre occasione sul maxi appalto per lo smaltimento della macerie e per quello dei frigoriferi da 32mila euro.
Si è tornato a parlare dei requisiti della ditta T&P, del prezziario della T&P preso per buono dalla Giunta comunale senza avviare una trattativa contrattuale e dei 3 preventivi per i frigoriferi fatti da 3 aziende dello stesso padrone ma dislocate in diversi posti del centro-sud.
Gianfranco Giuliante ha ricostruito quanto è accaduto e quanto si presume irregolare partendo dalla relazione della Commissione comunale permanente di Garanzia e controllo presieduta da Enzo Lombardi. La relazione, che faceva emergere molteplici presunte irregolarità sulla questione del maxi appalto delle macerie, è stata riportata e quindi resa pubblica in un nostro articolo di qualche giorno fa.
Dopo che la commissione ha messo nero su bianco la volontà di presentare il tutto alla magistratura, si torna comunque a soffiare aria nel palloncino della polemica personalistica e strumentale.
«Il sindaco Cialente» ha dichiarato Giuliante con un pizzico di ironia «questa mattina non aveva altro da dire se non contestare il fatto che io faccio le mie conferenze stampa a Pescara e non a L'Aquila e sul fatto che io “alberghi” a Pescara. Io sono sfollato, la mia casa è classificata con una E, e vivo a mie spese in un paese del Pescarese. Io e la mia famiglia siamo a costo zero per la Protezione Civile, non so se lui può dire la stessa cosa…».
Tornando sulla questione degli atti del Comune de L'Aquila sotto la lente d'ingrandimento di Giuliante, il capogruppo del Pdl ha incalzato: «dopo le mie osservazioni, si sono stati degli atti del Comune: ma sono delle foglie di fico. Come prima cosa, voci di corridoio, danno per certa la rimozione di tre assessori: Alfredo Moroni, Silvana Giangiuliani, Anna Maria Ximenes. Perché Cialente, che voglio pensare sia in buona fede, non ha previsto una riunione con i dirigenti per cercare di capire cosa è successo? Sarebbe opportuno l'intervento dell'Autorità di vigilanza che controlli determine e delibere».
Giuliante non lascia nemmeno per un momento la polemica sull'operato del sindaco: «Cialente si è detto fiducioso nell'operato dei suoi dirigenti. Nemmeno un sospetto? Allora devo ipotizzare una complicità morale».
Infine Giuliante ha lanciato una sfida al primo cittadino de L'Aquila, come d'altra parte aveva già fatto chiedendo le sue dimissioni: «vorrei un contraddittorio con Cialente. Se lui sarà in condizione di smentire quello che io dico su base documentale, io mi dimetto dal mio incarico. Ma se non è in grado lui riconsegna davvero la fascia».
«Quella della riconsegna della fascia- ha continuato Giuliante- è una sceneggiata, perché la fascia si riconsegna quando ci si dimette. Se la riconsegna deve contestualmente presentare le dimissioni dalla carica di sindaco».
Nel frattempo Giuliante non lascia la presa sul caso degli appalti: «mi stanno arrivando tante segnalazioni da tante ditte. Sto aspettando i documenti anche su queste altre storie». Il capogruppo del Pdl si è già informato per quanto riguarda i prezzi imposti dalla T&P per lo smaltimento delle macerie: «sono prezzi triplicati – ha detto- o addirittura quadruplicati rispetto a quelli di mercato».

Manuela Rosa 25/07/2009 8.49

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=21787]TRE PREVENTIVI, STESSO PROPRIETARIO[/url]

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=21739]APPALTO MACERIE: (RI)TIRA E MOLLA[/url]