Anas: aggiudicate 6 gare da 4 mln per le strade statali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2344

ABRUZZO. L’Anas ha pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale gli esiti di 6 bandi di gara per la realizzazione di lavori di sistemazione viaria, per un importo totale a base d’asta è di oltre 4 milioni di euro. COSTANTINI: 50% APPALTI ALLA CAMPANIA

«Con l'avvio di questi interventi, l'Anas – sottolinea il presidente dell'Anas Pietro Ciucci – conferma il proprio impegno concreto per la ricostruzione in Abruzzo, volto al potenziamento dei collegamenti e delle infrastrutture nei territori abruzzesi colpiti dal terremoto».
Il primo bando tratta dei lavori di manutenzione straordinaria per la sostituzione dei giunti e rifacimento della pavimentazione stradale lungo la statale 80 “Raccordo di Teramo”, nei viadotti Tordino I, al km 0,900 e Tordino II al km 1,800.
Al bando di gara hanno presentato le proprie offerte 47 imprese ed è risultata aggiudicataria l'impresa Impresa di Costruzioni Cav. Antonio Santalucia di Salerno (Sa).
Il secondo bando concerne i lavori di manutenzione straordinaria della scarpata lungo la strada statale 16 “Adriatica”, nel tratto in frana tra le progressive 473,150 e 473,285, lato sinistro.
Al bando di gara hanno presentato le proprie offerte 109 imprese ed è risultata aggiudicataria l'impresa Cicchino Arcangelo Impresa Edile E Stradale di Castelpetroso (Is).
Il terzo bando riguarda i lavori urgenti per il ripristino delle condizioni di sicurezza lungo la strada statale 5 “Tiburtina Valeria”, tra il km 161,850 e il km 163,320, mediante la bonifica e il disgaggio della scarpata, l'installazione di rete protettiva a contatto, nonché l'installazione di barriera paramassi ad alto assorbimento di energia. Al bando di gara hanno presentato le proprie offerte 108 imprese ed è risultata aggiudicataria l'impresa Se.Piem. Srl di Torino (To).
Il quarto bando tratta i lavori manutenzione straordinaria finalizzati al ripristino del Viadotto “San Nicola II” sito lungo la strada statale 16 “Adriatica”.
Al bando di gara hanno presentato le proprie offerte 116 imprese ed è risultata aggiudicataria l'impresa Silcei Spa di Santa Maria Capua Vetere (Ce).
Il quinto bando concerne i lavori di consolidamento del corpo stradale in frana lungo la strada statale 81 “Piceno Aprutina”, tra il km 74,960 e il km 79,980. Al bando di gara hanno presentato le proprie offerte 161 imprese ed è risultata aggiudicataria l'impresa Silvio Pierobon dell'Ing. Silvio Pierobon & C. SAS di Belluno.
Infine, il sesto bando riguarda i lavori di straordinaria manutenzione per la ricostruzione del rilevato in frana nel tratto a mezza costa al km 4,050, lato destro, mediante la realizzazione di opere di contenimento lungo la strada statale 158 “della Valle del Volturno”.
Al bando di gara hanno presentato le proprie offerte 161 imprese ed è risultata aggiudicataria l'Associazione temporanea di imprese Colgema Group SRL – Co.Tras Costruzioni Generali Srl di Vallata (Av).

20/07/2009 14.20

COSTANTINI (IDV): «50% APPALTI CAMPANI»

«La presenza di imprese abruzzesi è pari a zero», commenta il consigliere Carlo Costantini dell'Idv, «mentre il 50% delle gare risultano aggiudicate in favore di imprese con sede legale in Campania, perla precisione a Salerno, a Santa Maria Capua Vetere e ad Avellino.
Sono convinto che le istituzioni abbiano preventivamente accertato la completa regolarità ed il pieno possesso di tutti i requisiti di legge da parte delle suddette imprese, ma resto altrettanto convinto che l'appello del procuratore della Repubblica di Pescara di tenere gli occhi aperti e le sue parole non possano cadere nel vuoto, ma debbano al contrario stimolare delle forme di controllo molto più avanzate, rispetto al passato».
Costantini chiede «ispettori del lavoro a tappeto nei cantieri, per controllare se i lavoratori sono effettivamente dipendenti delle ditte aggiudicatarie e se sono effettivamente destinati ai cantieri abruzzesi, vigilanza costante sui subappalti, resi più agevoli ed estesi con il decreto 39 e per questo ancora più insidiosi, oltre ad una attività di controllo che può arrivare anche direttamente da segnalazioni di eventuali anomalie di singoli cittadini».

21/07/2009 9.43