Berlusconi torna all’Aquila. Chiodi: «saremo più forti di prima»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1127

L’AQUILA. Il presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, sarà domani a L'Aquila, per la quindicesima visita dal 6 aprile scorso.


Berlusconi parteciperà ad un incontro organizzato da Farmindustria e alla cerimonia di prelievo dell'acqua della Fontana delle 99 Cannelle nell'ambito dell'inaugurazione dei Giochi del Mediterraneo.
Lo ha appreso l'Agi a margine del convegno sugli enti locali organizzato dalla Prefettura dell'Aquila.
Venerdì, poi, Berlusconi dovrebbe essere nuovamente in Abruzzo, questa volta a Pescara, per la cerimonia inaugurale dei Giochi.
Intanto il ministro Renato Brunetta ha annunciato che si sta lavorando a un progetto per dotare l'intera città colpita dal sisma di un sistema wireless per internet.
«Nel nostro piccolo», ha annunciato Brunetta, «vorremmo contribuire alla ricostruzione, almeno digitale».
Nei prossimi giorni - ha spiegato il ministro- sarà resa nota la tempistica.
Il presidente della Regione, Gianni Chiodi, vuole puntare invece su una nuova piattaforma di sviluppo: «un processo e un progetto che ci facciano rinascere più forti di prima».
L'ipotesi è quella di costruire un tavolo di lavoro permanente che veda la partecipazione attiva di tutti gli attori del territorio per suggerire e indirizzare le scelte del governo regionale e del Commissario.
«Agli imprenditori», ha spiegato Chiodi, «spetta il compito di sviluppare idee innovative e progetti in linea con la responsabilità che il momento richiede. Progetti in cui vinca la qualità, indispensabile per uscire da una dimensione prettamente locale».
Entro la prima settimana di luglio saranno raccolti i frutto di tre mesi di lavoro «con la sottoscrizione con il Ministero per lo sviluppo economico», ha spiegato il governatore, «di un accordo di programma che individua alcuni obiettivi prioritari, articolati in linee di intervento e per ciascuna linea, misure ed azioni con le relative modalità attuative e la stima dei relativi tempi e costi da sostenere».
La dotazione finanziaria complessiva dell'accordo con il Ministero sarà compresa in un range che va dai 600 milioni e un miliardo di euro.
Inoltre è stato negoziato con il governo nazionale uno stanziamento di poco più di 200 milioni di euro a favore di interventi sulle scuole abruzzesi che sarà discusso nel pre-Cipe di oggi e poi nel Cipe previsto per il 29 di questo mese.

PEZZOPANE, «ATTRIBUIRE CRITICHE A MOTIVI POLITICI E' ERRORE»

Tanti dubbi invece per la presidente della Provincia, Stefania Pezzopane.
«Le mamme mi chiedono avremo la scuola a settembre? La cassa integrazione in scadenza, sarà prorogata? Avremo i servizi? Bisogna far presto con le scuole. Settembre è vicino e bisogna avere idea di dove accogliere gli scolari. Bene anche le strutture di emergenza se le mamme non hanno il coraggio di lasciare i propri figli ai piani alti degli edifici».
La forte scossa di lunedì sera ha risvegliato fragilità e paure. «Da qui viene il disagio», ha detto Pezzopane. «Non comprendere anche la condizione psicologica di chi si trova ad affrontare il post catastrofe ed attribuire il malcontento alle appartenenze politiche è un grave errore».
La presidente ha sottolineato che servono «grandi nomi ed intelletti: architetti, urbanisti, sociologi, demografi, geologi, ma anche dei nostri tecnici e delle nostre imprese. Utilizzando bene la ricostruzione possiamo arrivare in Abruzzo alla piena occupazione. Invece i giovani parlano di andare via perché temono che non ci sarà spazio per loro».

SPORTELLO PER CONSULENZE GRATUITE

Da questo pomeriggio, intanto, dalle ore 18,00 alle ore 20,00 presso la tensostruttura del Prc all'interno del Parco Erminio Iacobacci in Via Beato Cesidio (di fronte al supermercato DiMeglio), prenderà avvio lo Sportello per la ricostruzione democratica e popolare coordinato dall'architetto Antonio Perrotti.
Tutti i cittadini potranno avere una consulenza gratuita tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 18,00 alle ore 20,00 per avere chiarificazioni e consigli in questa fase di profonda confusione, dopo il decreto salva-Abruzzo e i primi provvedimenti amministrativi conseguenti.
Il Centro funzionale di Protezione civile della Regione Abruzzo, insieme con il Centro di eccellenza CETEMPS, forniranno invece supporto alle attività di monitoraggio e previsione idro-meteorologica, coordinate dal Dipartimento di Protezione civile nazionale, durante le fasi post-emergenziali del terremoto.

1.571 DOMANDE DI CASSA INTEGRAZIONE

Ed è salita a 1.571 il numero di aziende che hanno presentato domanda per usufruire della Cassa integrazione in deroga nei comuni colpiti dal sisma del 6 aprile scorso, per un totale di 6.761 lavoratori.
Lo rende la Direzione regionale Inps Abruzzo precisando che, ai sensi della Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9-4-2009 per la cassa integrazione in deroga nei Comuni colpiti dal sisma, le domande possono essere presentate presso la Direzione regionale del Lavoro e presso l'Inps dalle aziende e, in casi eccezionali, anche direttamente dai lavoratori (per aziende che abbiano cessato l'attività o per inerzia delle stesse). I lavoratori che hanno presentato direttamente la domanda risultano essere 434.
24/06/2009 11.25