65 immobili da demolire e puntellare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3829

L’AQUILA. Prosegue lo sciame sismico all'Aquila dove l'Ingv ha registrato due nuove scosse. La prima e' avvenuta alle 03.04 della scorsa notte ed ha avuto una magnitudo di 2.7. * LA MAPPA DI TUTTI I TERREMOTI IN TEMPO REALE
CONTINUANO LE SCOSSE E L'INCUBO MALTEMPO


I Comuni prossimi all'epicentro sono stati L'Aquila, Lucoli, Pizzoli, Scoppito e Tornimparte.
La seconda è stata rilevata alle 06.11 con magnitudo 2.6.
I Comuni prossimi all'epicentro: Fagnano, Fontecchio, Fossa Ocre, Ovindoli, Poggio Picenze, Rocca di Mezzo, Rocca di Cambio, San Demerio ne' Vestini, Sant'Eusanio Forconese e Villa Sant'Angelo.
Oltre alle scosse a continuare a tenere in apprensioni i terremotati che vivono nelle tendopoli è il maltempo.



Sull'aquilano, infatti, continuano violenti scrosci di pioggia che nelle tende tolgono il sonno già precario.
Per far defluire le acque ed evitare allagamenti si continuano a scavare dei canaletti di scolo.
Per gli sfollati, anche oggi, si prevede gran parte del tempo da trascorrere in tenda con temperature al di sotto della media stagionale.
Leggeri miglioramenti sono previsti per la giornata di mercoledì, ma giovedì dovrebbe esserci una nuova perturbazione.

CASE ANTISISMICHE, MERCOLEDI' GIORNATA IMPORTANTE

Sempre mercoledì saranno vagliate le proposte delle ditte che hanno risposto al bando europeo per la realizzazione, all'Aquila, delle prime tremila case antisismiche dove saranno sistemati circa 13.000 sfollati.
Solo successivamente partiranno i lavori nei canteri insediati nei 20 siti scelti, in un lotto di 60, dalla Protezione Civile.
I primi interventi si riferiscono a scavi e realizzazione di seminterrati, con metodi e materiali antisismici, dove saranno poggiate le case. Per questi sono stati lanciati 13 appalti: il primo, per una parte dei pilastri, è stato aggiudicato venerdì scorso a un'azienda aquilana, il gruppo Edimo.
In questa prima fase saranno tremila le case da consegnare tra il 15 settembre e fine novembre.
Il costo complessivo si aggira sui 400 milioni di euro.
Il prossimo anno ne saranno costruite altre duemila: un appalto per cui è prevista una spesa di circa 300 milioni. Al primo bando europeo ha risposto un centinaio di aziende. Intanto, sulla questione espropri, i proprietari dei terreni non hanno ancora deposto le armi: dopo la presentazione alla DiComac di richieste di accesso agli atti da parte di una decina di persone, per verificare le modalità di scelta delle aree, nei prossimi giorni la medesima istanza sarà presentata anche al Comune dell'Aquila.

CIALENTE: «QUESTA NON E' RICOSTRUZIONE»

Non parla ancora di ricostruzione il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente: «per me questa è la fase della sistemazione di coloro che dovranno ricostruire, e partirà nei prossimi giorni con la riparazione delle case classificate A, B, C, con l'immediato studio del destino delle case E e, spero, con la progettazione».
La ricostruzione per Cialente «è un'altra cosa, per come la intendo io» ed è «la realizzazione di un progetto che spero vada in porto. Nei prossimi due mesi dobbiamo risolvere il problema degli alloggi temporanei. E poi bisogna ripartire subito con il centro storico, dove possibile. All'inizio del 2010 mi piacerebbe vedere le gru».
Il punto fondamentale, per Cialente è «trovare i soldi, ma io sono tranquillo» ha concluso.


CONSULTA L'ELENCO.

Quando un immobile viene dichiarato agibile il proprietario dovrà farvi rientro entro 15 giorni. A due settimane dalla pubblicazione della notizia all'albo pretorio scadono, infatti, i benefici economici e dell'assistenza concessi ai nuclei familiari.
Se è vero, quindi, che nessuno è obbligato a tornare nelle proprie case, è anche vero che si è cercato di trovare un sistema per far defluire lentamente verso casa le persone che vivono in tenda ma che hanno un tetto sicuro sulla testa.
E' questo l'accordo raggiunto tra il Commissario delegato e il Comune dell'Aquila per l'applicazione dell'ordinanza n. 3771 del 19 maggio scorso, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale il 25 maggio.
Intanto il Comune ha fornito l'elenco dei 65 gli immobili che saranno demoliti o messi in sicurezza nella provincia aquilana perché gravemente lesionati dal sisma del 6 aprile scorso.
Questo è solo un primo elenco a seguito dei rilevamenti già effettuati. Per avere informazioni sulla propria abitazione, gli interessati possono contattare il settore Opere Pubbliche del Comune dell'Aquila al telefono 331.6796889 o recarsi negli uffici comunali allestiti nella sede dell'Ance, in viale De Gasperi, al Torrione.

L'ELENCO DEI 65 EDIFICI

1. via A. Quinzi n.7 – San Sisto (prot. 373 del 22.05.2009);
2. via del fiume snc – Coppito (prot. 381 del 22.05.2009);
3. contrada Madonna delle Grazie – Coppito (prot. 360 del 22.05.2009);
4. via Duca degli Abruzzi n.54 – Paganica (prot. 309 del 20.05.2009);
5. indirizzi vari – Colle di Sassa (prot. 53 del 27.05.2009);
6. via Vittorio Emanuele snc – Menzano (prot. 5 del 27.05.2009);
7. via Beato Timoteo sn – Monticchio (prot. 37 del 27.05.2009);
8. via Rustici n.10 – Coppito (prot. 12 del 27.05.2009);
9. ss17 n.31 – L'Aquila (prot. 41 del 27.05.2009);
10. via di Fossa n.7 – Monticchio (prot. 38 del 27.05.2009);
11. via G. Urbani n.5 – L'Aquila (prot. 40 del 27.05.2009);
12. ss17 n.34 – L'Aquila (prot. 35 del 27.05.2009);
13. ss80 – ss80 presso incrocio ospedale San Salvatore (prot. 48 del 27.05.2009);
14. via Cadorna n.3 – Menzano – Preturo (prot. 47 del 27.05.2009);
15. via Luigi Verrotti – Cianfarano (prot. 52 del 27.05.2009);
16. via Ciavola n.35 – Coppito (prot. 350 del 22.05.2009);
17. via Ciavola – Coppito (prot. 372 del 22.05.2009);
18. vico del forno n.47 (prot. 354 del 22.05.2009);
19. via del forno n.2 (prot. 353 del 22.05.2009);
20. via R. Liberi sn – Santa Barbara (prot. 349 del 22.05.2009);
21. via R. Liberi sn – Santa Barbara (prot. 347 del 22.05.2009);
22. via A. Quinzi n.5B – San Sisto (prot. 374 del 22.05.2009);
23. via Vascapenta n.18 – Gignano (prot. 375 del 22.05.2009);
24. via S. Francesco n.5 – Gignano (prot. 376 del 22.05.2009);
25. via della Fornace n.3 – Coppito (prot. 378 del 22.05.2009);
26. via S. Veronica sn – Gignano (prot. 377 del 22.05.2009);
27. via Capo il muro ad. 10 – Coppito (prot. 379 del 22.05.2009);
28. via del fiume n.10 – Coppito (prot. 380 del 22.05.2009);
29. via del forno n.31 – Coppito (prot. 382 del 22.05.2009);
30. via Montanino n.25 – Coppito (prot. 383 del 22.05.2009);
31. via S. Salvatore n.3-5 – Poggio Santa Maria Sassa (prot. 384 del 22.05.2009);
32. via San Salvatore/campo di Peta – Poggio Santa Maria Sassa (prot. 385 del 22.05.2009);
33. via del Rio n.9 – Breccia Secca Sassa (prot. 386 del 22.05.2009);
34. via del forno n.49 – Coppito (prot. 387 del 22.05.2009);
35. piazza Olmetto n.14 – Coppito (prot. 388 del 22.05.2009);
36. via della fornace n.22 – Coppito (prot. 389 del 22.05.2009);
37. via dell'arco-castello – Preturo (prot. 45 del 27.05.2009);
38. via Calore – Pozza di Preturo (prot. 46 del 27.05.2009);
39. via dell'Aquila n.48 – Poggio di Roio (prot. 359 del 22.05.2009);
40. via della Fonte n.9-11 – Pianola (prot. 358 del 22.05.2009);
41. via della Chiusa n.7 – Poggio di Roio (prot. 357 del 22.05.2009);
42. via V. Emanuele n.30-36 – Paganica (prot. 356 del 22.05.2009);
43. via San Salvatore – Poggio Santa Maria (prot. 69 del 28.05.2009);
44. via San Salvatore n.15 – Poggio Santa Maria Sassa (prot. 67 del 28.05.2009);
45. via Collevernesco n.59 – S. Elia (prot. 3 del 26.05.2009);
46. via Campo di Peta – Poggio Santa Maria (prot. 68 del 28.05.2009);
47. via Vallesindola n.7 – S. Angelo di Bagno (prot. 306 del 20.05.2009);
48. via San Leonardo n.5 – Poggio di Roio (prot. 368 del 22.05.2009);
49. via Principe Umberto n.9-22-24-25-26 – Poggio di Roio (prot. 365 del 22.05.2009);
50. via delle Vigne n.11 – Paganica (prot. 355 del 22.05.2009);
51. via delle Vigne snc – Paganica (prot. 361 del 22.05.2009);
52. via V. Emanuele snc – Paganica (prot. 362 del 22.05.2009);
53. via V. Emanuele n.135 – Paganica (prot. 363 del 22.05.2009);
54. via V. Emanuele fronte n.12 – Paganica (prot. 364 del 22.05.2009);
55. via Iovenitti fronte 38 – Paganica (prot. 371 del 22.05.2009);
56. via Iovenitti n.28-30 – Paganica (prot. 370 del 22.05.2009);
57. via Ciminiello snc – Paganica (prot. 369 del 22.05.2009);
58. piazza Aia di Sotto n.6 – Santa Rufina di Roio (prot. 367 del 22.05.2009);
59. via Corvenici – Paganica (prot. 310 del 20.05.2009);
60. via Corvenici – Paganica (prot. 4 del 26.05.2009);
61. via dei Martiri – Onna (prot. 311 del 20.05.2009);
62. via dell Aie n.8-19 – Civita di Bagno (prot. 366 del 22.05.2009);
63. via Centrale n.35 – Civita di Bagno (prot. 308 del 20.05.2009);
64. via Sciorpa n.17 – Bagno piccolo (prot. 307 del 20.05.2009);
65. via Fonte Augelli n.4 – Vasche di Pianola (prot. 26 del 27.05.2009)


01/06/2009 9.39