Ristrutturazione alloggi, i dubbi del Cospa su Ofena. Il sindaco: «tutto in regola»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1840

OFENA. I soldi girati al Comune dalla Protezione Civile sono stati utilizzati per ristrutturare le case Anas, 3 alloggi Ater e altri 3 alloggi del Comune.

E' quanto spiega il sindaco, Anna Rita Coletti, a PrimaDaNoi.it. Sulla vicenda il presidente del Cospa, Dino Rossi, ha inoltrato una richiesta di accesso agli atti perchè sostiene di non aver visto lavori in giro sebbene le tabelle ufficiali parlino di cifre consistenti.

Ben 403.102,23 euro, dice Rossi, è il totale rendicontato al 10 novembre del 2010 al netto della manutenzione alloggi.

«Il Comune», incalza Rossi, «ha speso quella cifra per la sistemazione degli alloggi comunali, ma a noi non risultano cantieri e tutti ci stiamo chiedendo dove sono stati impiegati questi fondi».

Per questi motivi è stata inoltrata all’ufficio tecnico una richiesta di accesso agli atti, «un lavoro che avrebbe potuto fare la procura de L’Aquila», protesta il presidente del Cospa, che intravede elementi sufficienti per aprire una indagine, almeno per chiarire e dare risposte certe.

Ma il sindaco assicura che i lavori sono stati eseguiti anche se non sa quantificare al telefono con PrimaDaNoi.it la somma investita.

«Non avendo intrapreso la strada dei Map», ha spiegato la prima cittadina, «abbiamo preferito investire le risorse su strutture già esistenti sul territorio, ristrutturando quindi le case Anas di proprietà della Provincia, 3 alloggi Ater che erano vuoti e 3 alloggi comunali di Edilizia pubblica residenziale».

Una scelta che Coletti rivendica con forza anche oggi: «abbiamo deciso di investire sul territorio e su alloggi già esistenti, producendo anche delle rendite dal momento che gli affitti per le casa Anas al momento ammontano a 600 euro al mesegl e quelli degli alloggi Ater a 300 euro»

Quindi, rispondendo al Cospa, sono stati impiegati così gli oltre 400 mila euro?

«Non so fare una stima di quanto sia stato speso», replica Coletti, «ma le dico che in Comune è arrivata una lettera di Guido Bertolaso, quando era ancora alla Protezione Civile, che si complimenta con noi perchè siamo riusciti a spendere un terzo in meno a quello che hanno speso gli altri Comuni».

16/02/2011 12.30