Terremoto: concorso internazionale per progetto Piazza d'Armi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2700

L'AQUILA. Un concorso internazionale per progettare l'area di Piazza d'Armi all'Aquila.

L' ordine degli architetti della provincia dell'Aquila intende bandirlo con l'obiettivo di recuperare, riabilitare e ridisegnare luoghi urbani, tenendo conto di una maggiore sicurezza e di un differente dinamismo della vita nel capoluogo abruzzese devastato dal terremoto del 2009.

Tre interventi operativi sono stati individuati nel corso di un incontro al quale hanno partecipato il sindaco, Massimo Cialente, l'architetto Antonio Riverso, membro dell'Uia (Unione Internazionale Architetti), l'architetto Mauro Latini, presidente della Federazione Architetti Abruzzo e Molise, Enza Blundo del Tavolo Piazza d'Armi e l'architetto Marino Bruno.

Il concorso internazionale di progettazione (con bando Unesco) sarà patrocinato e sponsorizzato dall'Uia e le opere saranno realizzate con risorse economiche reperite dal Comune.

E' previsto anche un concorso di idee per la parte antica dell'Aquila, in particolare l'asse di via Roma quale elemento di congiunzione tra Piazza d'Armi, periferia (ora divenuta centrale) e Piazza Palazzo, spazio pubblico da valorizzare quale luogo di memoria e identità della città e sede del Comune. Infine un workshop internazionale sul centro storico sarà presentato al Congresso Mondiale di Architettura che si terrà a Tokio l'anno prossimo.

Intanto sarà firmato nei prossimi giorni un protocollo d'intesa tra Comune, Provveditorato agli Studi della Provincia dell'Aquila e tutti gli enti che hanno a disposizione strutture che prevede l'apertura delle aule scolastiche ed universitarie nelle ore pomeridiane, per colmare la carenza di spazi aggregativi e per consentire lo svolgimento di attività socio culturali.

L'iniziativa è inserita nell'ambito del Piano sociale del Comune "La città condivisa, ri-orientarsi al futuro".

«Una proposta - si legge in una nota - accolta positivamente dal Provveditorato agli Studi, rappresentato da Rita Vitucci, che si è resa disponibile a convocare un incontro, di concerto con il Comune dell'Aquila, con tutti i Dirigenti scolastici, per verificare la loro disponibilità ad attuare il progetto».

«Un incontro positivo quello di stamani - ha commentato l'assessore Pezzopane -. Adesso attendiamo la disponibilità di Regione, Provincia, Università, Accademia delle Belle Arti ed altre istituzioni, che sicuramente non tarderà ad arrivare».

01/02/2011 9.30