La richiesta a Bertolaso: «zona franca anche a Popoli»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1485

POPOLI. Oggi il direttore del dipartimento della Protezione Civile Guido Bertolaso sarà a Popoli.

Nei giorni scorsi il comitato 'Trasparenza e Legalità' ha lanciato un appello ai sindaci di Popoli, Bussi, Torre de' Passeri, ma anche a tutti i presidenti di Provincia e consiglieri, partiti politici e organizzazioni sindacali, per chiedere l' estensione della  Zona Franca ed i suoi vantaggi anche al comune di Popoli. 

«Crediamo sia superfluo», dicono dal comitato, «spiegare le condizioni migliorative derivanti dalle franchigie previste in materia di costo del lavoro che fornirebbero non solo una boccata d’ossigeno per le imprese residenti ma attirerebbero investimenti che,così stando le cose, nulla giustificherebbe».

Grandi vantaggi, sostengono gli ideatori dell'appello, anche per il sito industriale di Bussi «che si sta svuotando ormai completamente. Pensate un solo insediamento produttivo che cogliesse l'occasione e fosse attirato da ciò che mano darebbe alla nostra economia non solo cittadina, ma di tutto il circondario Peligno e dell'Alta val Pescara. Perciò l'invito è a fare sinergia su questo tema e a mobilitarsi».

Secondo alcune stime del comitato l' estensione non sarebbe neanche troppo gravosa e con un «piccolo sforzo per lo Stato» si raggiungerebbero «grandi risultati per le popolazioni interessate dei nostri Comuni».

Il comitato si appella anche al principio  di uguaglianza  e legalità: «se la zona franca vale per  L'Aquila,  perchè non  deve valere per il resto del cratere? Quindi facciamo appello a tutti i sindaci, soprattutto a quelli di Popoli e Bussi, e all’assessore provinciale alla Protezione Civile, Mario Lattanzio, perchè si attivino con Consigli Comunali straordinari a cui far partecipare anche gli altri sindaci. Confidiamo  nelle loro sensibilità  all’economia e ai posti di lavoro.

 

09/09/2010 10.53