99 Cannelle, monumento riconsegnato alla città tra beneficenza e propaganda

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3271

 99 Cannelle, monumento riconsegnato alla città tra beneficenza e propaganda
L’AQUILA. E’ il giorno della riconsegna alla città del monumento simbolo: le 99 Cannelle. Il Fai, in una ampia cerimonia, ha scoperto targhe e illustrato il restauro del monumento tornato a nuova luce. * LE FOTO. GIUGNO 2009: A TRE MESI DAL TERREMOTO LA FONTANA INTATTA * RESTAURO DA 750MILA EURO. MA NON ERA RIMASTA INTATTA?

Alle 12.40 la prima delle 99 cannelle della monumentale fontana aquilana ha iniziato a gettare acqua.

Il flusso era stato interrotto per consentire i lavori e la leggenda vuole che non si sia mai fermato nel corso dei secoli e così è stato anche dopo il terremoto.

L’evento di questa mattina si è consumato nella Basilica di Collemaggio e poi direttamente nei pressi del monumento che aveva tutto sommato retto molto bene al terremoto del 2009 senza mostrare danni visibili né crolli.

"Simbolo e vanto della città dell'Aquila e degli aquilani, umiliata e ferita dal sisma del 6 aprile del 2009", recita la targa scoperta dal sindaco, Massimo Cialente, commosso, che ha tagliato il nastro inaugurale assieme al presidente del Fai, Ilaria Borletti Buitoni.

Nel corso della cerimonia sono stati presentati i lavori svolti dal Fai, alla presenza tra gli altri dell'architetto Roberto Cecchi, direttore generale per i Beni Storico, Artistici ed Etno-antropologici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il direttore generale Culturale del Fai, Marco Magnifico, l'arcivescovo dell'Aquila, Giuseppe Molinari e il presidente della Regione e commissario per la Ricostruzione Gianni Chiodi, il quale ha sottolineato l'importanza della Fontana delle 99 Cannelle quale «forte elemento identitario per la città», e il capo della delegazione del Fai dell'Aquila Andrea Tatafiore.

Tra i partner principali del restauro, il cui costo complessivo è stato di 750 mila euro, c'é l'associazione "Abruzzo nel cuore" ideata da Jarno Trulli, pilota abruzzese di Formula 1 che ha presenziato all'inaugurazione. Intanto, stamani presso il monumento è intervenuta una troupe di Striscia la notizia, capeggiata dall'inviato Vittorio Brumotti, che ha girato un servizio presentando, in sella alla sua celebre bicicletta, l'opera di restauro della Fontana.

Sono sembrati più tenui, velati e ambigui i riferimenti ai «gravi danni» subiti dal monumento e alla «devastazione», riferimenti che pure ci sono stati nei mesi della raccolta fondi. Una ambiguità giocata fino all’ultimo per poter dimostrare probabilmente, tra slogan e propaganda, che finalmente il primo simbolo della città è stato riconsegnato mentre per gli altri si dovrà attendere molti anni.

La notizia infatti è subito finita sui tg nazionali. Un restauro record se si considerano i circa 8 mesi di lavoro per consolidare le strutture adiacenti, ripulire la fontana dai licheni, sistemare gli stucchi ed il sistema di impermeabilizzazione del bacino. Il terremoto aveva aggravato però uno stato di degrado di decenni nonostante l’ultimo restauro risale agli inizi del 2008, poco più di un anno prima del terremoto.

«Grazie al meritorio e generoso contributo del Fondo per l’Ambiente Italiano, che si è fatto capofila di un’autentica gara di solidarietà fra imprese, associazioni e singoli cittadini», si legge nella comunicazione del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, «la fontana è oggi restituita alla comunità aquilana quale segno concreto della rinascita culturale e civile del suo territorio, già avviata con coraggio e tenacia dal nobile popolo abruzzese e dalla partecipe vicinanza dell’intero Paese».

Una metafora utilizzata anche da altri come Ilaria Borletti Buitoni, presidente del Fondo Ambiente Italiano, «restituendo la Fontana delle 99 Cannelle restaurata agli Aquilani, il FAI vuole dare un segno concreto alla ricostruzione del centro storico della città e un segno di speranza».

Una speranza di cui hanno davvero bisogno gli aquilani che ancora oggi non possono godere della loro città e dove i lavori alle abitazioni private stanno partendo in queste settimane.

Di fatto, però, il ''miracolo'' delle 99 Cannelle rimane, semmai di vero miracolo si sia trattato, un caso per ora più che isolato nello scenario degradante circostante. Per il recupero dei monumenti seriamente danneggiati si dà appuntamento agli anni prossimi.

16/12/2010 16.19

 

[pagebreak]

 LE FOTO. GIUGNO 2009: A TRE MESI DAL TERREMOTO LA FONTANA INTATTA

 Dopo appena tre mesi dal terremoto la fontana fu la protagonista assoluta della cerimonia di apertura dei Giochi del Mediterraneo. Una staffetta con la fiaccola venne portata da L’Aquila fino a Pescara. Nel monumento simbolo del capoluogo si svolse una breve cerimonia con i discorsi di rito e le personalità civili e militari a presiedere.

Dalle foto è possibile constatare come non solo come la fontana sia integra e non interessata da crolli ma anche ad uno sguardo attento alle foto in alta risoluzione non è possibile scorgere fenditure o crepe. Se danni vi sono stati, anche da queste foto, non si vedono.

17/12/2010 12.27