Inaugurazione edificio università a Coppito: le spese passano da 2 a 5 milioni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2452

L’AQUILA. Nel 2008 il Ministero delle Infrastrutture e la ditta Nidaco Costruzioni srl firmano un contratto da 2. 971.433,51 euro per la realizzazione del blocco di aule didattiche a Coppito.


Il 30.11. 2011 l’opera è completa, per una spesa totale di 5.138.000 euro. 2.166.913,74 euro in più rispetto alla spesa iniziale.
A parlare sono le carte, per la precisione una scheda riassuntiva dell’Università de L’Aquila che traccia la storia di quei lavori progettati nel lontano 2005 e che hanno visto la luce solo oggi, tra interruzioni e costi aggiuntivi.
Ieri a L’Aquila grande cerimonia di inaugurazione del nuovo edificio che ospiterà il blocco aule didattiche. Tra i presenti le massime autorità cittadine e accademiche presso dal Rettore dell'Università Ferdinando di Orio, alle artiste Fiorella Mannoia e Gianna Nannini, ai rappresentanti dell'Associazione Culturale Madraxa e del Progetto "Amiche per l'Abruzzo", che hanno contribuito al completamento dell'edificio. Non potevano di certo mancare il Prefetto de L’ Aquila Giovanna Maria Iurato, il sindaco Massimo Cialente, l’assessore Stefania Pezzopane, il professore Donato Carlea.
Il progetto iniziale, si legge nella scheda, prevede una spesa iniziale di 4.305.000 euro. Il 9.7.2008 l’impresa Nidaco Costruzioni srl si aggiudica l’opera con prezzo a ribasso per 2.971.433,51 euro. L’11.9.2011 il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (provveditorato interregionale) e l’impresa formalizzano gli accordi con un contratto.
I lavori iniziano e procedono a singhiozzi tra sospensioni (causa sisma ed eventi meteorologici) e varianti tecniche che portano inevitabilmente ad un aumento di spesa. Così il 22.7.2011 alla cifra iniziale si aggiungono altri 491.829,74 euro.
Ma non è tutto. Si sommano nuove cifre: 1.385.084 (di cui 1.230.000 dell’associazione culturale Madraxa) e dulcis in fundo altri 290.000 euro sempre della Madraxa per la ristrutturazione dell’aula magna della facoltà di Scienze.
La scheda riassuntiva spiega che grazie alle donazioni Madraxa è stato possibile realizzare scale, muri perimetrali, muri di recinzione, piazzale adiacente al fabbricato, pavimentazione esterna ad uso carrabile e dei parcheggi, cancelli e ringhiere, sistemazione aiuole, illuminazione esterna, cavidotti e molto altro.
Tirando le somme l’opera è passata dai 2.971.433 a 5.138.00 (se ci considerano anche i 290.000 euro per la risistemazione dell’aula magna). Anche se la struttura ha già superato il collaudo statico sono in corso operazioni di collaudo tecnico amministrativo.
Ma l’inaugurazione non poteva aspettare ed il sindaco Massimo Cialente stamattina ha ricordato l’importanza de L’Aquila come città universitaria. «Sono orgoglioso di essere il sindaco della quarta città universitaria d’Italia», ha continuato Cialente, «la nostra università ha un ruolo fondamentale per i giovani studenti ma anche per tutta la popolazione aquilana. I giovani sono il nostro futuro e su di loro si devono concentrare i maggiori sforzi».
Un’ atmosfera fatta di frasi, auspici che tanto ricordano un centro universitario inaugurato festeggiato, “benedetto” un po’ di tempo fa e ancora in attesa.
Marirosa Barbieri 14/01/2012 09:18