Scontro Nannini-Cialente a Matrix. «I soldi ci sono ma il progetto non parte»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7754

L'AQUILA. Polemiche in diretta ieri sera a Matrix, su canale 5 in prima serata, dedicato alla presentazione del dvd 'Amico dell'Abruzzò, tra Gianna Nannini, una delle madrine del concerto-evento benefico che si è svolto un anno fa a San Siro, e il sindaco dell'Aquila Massimo Cialente collegato dal capoluogo abruzzese. * STOP TASSE ABRUZZO CON L'AUMENTO DELLE SIGARETTE
La rocker ha chiesto al sindaco come mai il progetto di un centro polifunzionale presentato un anno fa dalla associazione onlus Amici di Camarda non era ancora stato da lui firmato.
«Lei non ha dato il permesso, non ha ancora firmato il progetto dopo che l'ordinanza è passata direttamente al comune. Ci dia una data», ha detto la Nannini, che ha aggiunto: «Non c'é più la scusa della protezione civile».
«L'area identificata per realizzare questo spazio - ha risposto il sindaco - è nella cosiddetta area delle new town. Stiamo perfezionando il passaggio molto delicato al comune della proprietà di queste aree che sono state acquisite inizialmente dalla protezione civile».
Cialente ha poi spiegato che non vorrebbe perdere la struttura in corso d'opera. C'é disperazione e sofferenza tra la gente e difficoltà amministrative che stiamo trovando. Ma penso che la situazione si sbloccherà subito perché abbiamo perfezionato gli atti».
Ma la Nannini ha replicato: «Non mi risulta».
In precedenza Cialente aveva sottolineato l'importanza dei fondi raccolti dal concerto di San Siro, pari a oltre un milione di euro e aveva detto: «Procediamo immediatamente con la progettazione. Proprio oggi abbiamo dato il via. In questo anno é stato fatto molto. E' stata costruita una città temporanea, ma ora deve ripartire la ricostruzione».
«Abbiamo bisogno di tutta la solidarietà e affetto del paese - ha aggiunto Cialente - è un momento drammatico per tutti ma - ha sottolineato non lasciateci soli. Mai come in questo momento abbiamo bisogno che il governo ci sia vicino e investa su di noi. Noi ce la mettiamo tutta, ma è difficile. Dobbiamo sentire - ha concluso- il calore che abbiamo sentito l'anno scorso».
Polemiche sono arrivate anche da Laura Pausini che ha confessato: «questo dvd è la cosa più difficile che ho fatto nella mia vita. Ma la Rai ha deciso di non passare lo spot. Non mi aspettavo una risposta negativa della tv di Stato»:
Il doppio dvd del concerto di San Siro, 4 ore di musica con 50 tracce che vedono protagoniste 38 artiste, sarà oggi nei negozi al prezzo scontato di 14,90 euro.
Pronta la risposta di Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso, che patrocina il dvd e che ha spiegato che il regolamento non prevede la promozione di un supporto in vendita.
L'iniziativa è stata fortemente voluta dalle cinque madrine, che hanno costituito insieme un'associazione no profit, Madraxa.
Ma al momento i fondi raccolti, 1.183.406 euro, non sono stati ancora utilizzati.
L'80% è destinato a ricostruire la scuola Edmondo De Amicis, che si trova nella 'zona rossa'; il restante 20% alla Onlus Aiutiamoli a Vivere /Insieme per Camarda, per costruire un centro polivalente in una zona la cui titolarità é della Protezione Civile, per cui al momento il sindaco dell'Aquila non può dare il permesso di costruire.
Ieri la Pausini si è recata all'Aquila per consegnare 'formalmente' l'assegno della raccolta fondi.
La vendita del doppio dvd permetterà una nuova raccolta destinata alla Caritas Diocesana dell'Aquila.
L'obiettivo è stato individuato da Fiorella Mannoia, la "ministra dell'Economia", come la definisce scherzosamente la Pausini: «Abbiamo due scopi: l'acquisto di 8 container per gli studenti e una struttura polivalente che li ospiterà in modo stabile. L'Università è il cuore dell'Aquila, se muore, muore la città. L'Aquila non può diventare una seconda Pompei».
Mannoia ha confessato che le difficoltà burocratiche le hanno fatto a un certo punto pensare di «mollare perché sembrava quasi impossibile fare beneficenza. Molto è stato fatto, ma c'é ancora tanto da fare. I riflettori non si devono spegnere».
La nuova raccolta fondi è già iniziata con l'uscita del singolo Donna D'Onna, in vendita online dal 28 maggio.
Un brano scritto da Gianna Nannini con Isabella Santacroce e cantato dalle cinque Madrine in chiusura del concerto: «La gente è arrabbiata - dice Nannini, la 'ministra del Lavoro' di questo governo tutto al femminile - perché non ha un posto in cui socializzare. Bisogna sveltire le procedure. Stasera il sindaco ci deve dire una data».
Ma qualcosa si sta muovendo: il sindaco ha garantito che 80 mila euro verranno stornati per ampliare il modulo abitativo di una scuola.
La neomamma Giorgia ha spiegato che «Madraxa vuole solo essere utile. La nostra forza è essere ognuna rispettosa dell'altra. E questa è una cosa formidabile».
Ed Elisa, diventata mamma 8 mesi fa ('ministro della Maternità'): «Stiamo concentrando le nostre forze per ricostruire ambienti legati alla cultura e all'educazione collettiva».
22/06/2010 9.18

[pagebreak]

STOP TASSE ABRUZZO CON L'AUMENTO DELLE SIGARETTE

L'AQUILA. Un emendamento alla manovra finanziaria del governo del senatore abruzzese del Pdl Paolo Tancredi prevede la proroga della sospensione delle tasse al 20 dicembre prossimo nei comuni del cratere del terremoto 2009 per le aziende ed i professionisti con un fatturato che supera i 200 mila euro.
In particolare, sono previste ipotesi fino a 500 mila ed anche fino ad un milione, il tutto legato alla copertura finanziaria.
Il termine per la presentazione degli emendamenti è scaduto ieri.
Come ha sottolineato il senatore Tancredi, da oggi comincia la discussione nella commissione Bilancio.
«Oggi la manovra e quindi anche le misure sul terremoto è all'esame del gruppo del Pdl al Senato - ha spiegato Tancredi -. La sospensione delle tasse per i dipendenti? Ci sono diversi emendamenti delle minoranze, vedremo, ma tutto è condizionato al reperimento di risorse finanziare per coprire, comunque stiamo lavorando per allargare il più possibile la platea dei beneficiari della sospensione fiscale».
Intanto ieri il commissario delegato Gianni Chiodi, ha partecipato al Consiglio comunale dell'Aquila - convocato in seduta straordinaria a Palazzo dell'Emiciclo - e nel suo intervento ha toccato i temi più urgenti del momento: tasse e fondi per la ricostruzione.
Sul fronte tasse, ha ribadito la proroga della sospensione per gli autonomi con fatturato fino a 200.000 euro e la restituzione in 60 rate a partire dal 1 di Gennaio 2011.
«Il nostro obiettivo - ha dichiarato Chiodi - era evitare a tutti i costi la restituzione a partire dal primo luglio, cioé da subito, e ci siamo riusciti».
Per quanto riguarda le risorse, Chiodi ha fatto una precisazione: «ci sono i fondi impegnati dallo Stato e quelli disponibili in cassa e non bisogna confondere le due cose. I fondi impegnati sono gli oltre 4 miliardi di euro provenienti dai fondi FAS e i 2 miliardi di euro messi a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti. Di questi, sono disponibili al momento i 2 miliardi per la ricostruzione a cui attingere tramite le richieste di finanziamento agevolato (fin'ora sono stati spesi circa 300 mln) e saranno disponibili nei prossimi giorni, 800 milioni di euro che però in parte serviranno a pagare le obbligazioni ancora pendenti».
Chiodi ha ricordato, inoltre, come sono stati spesi i 120 milioni che erano stati accreditati al passaggio di consegne: «sono stati usati per trasferire fondi ai Comuni, agli alberghi, alla regione per il 50% delle spese rendicontate e sono stati stanziati 44 milioni per le attività produttive». All'inizio del suo discorso Chiodi ha sottolineato quanto siano importanti le occasioni di confronto e scambio di informazioni come quella odierna per lavorare in stretta collaborazione. «Purtroppo - ha continuato il Commissario - la percezione della popolazione è di una inadeguatezza delle istituzioni, invece noi, insieme, dobbiamo essere capaci di prendere in mano le redini della situazione e affrontare un compito che è oggettivamente molto difficile, quello della ricostruzione. Bisogna, dunque, aprire una nuova stagione in cui ognuno deve assumersi le proprie responsabilità».

RISORSE PER 37 MLN PER OBIETTIVI DI SERVIZIO

E sempre Chiodi ha annunciato che arriveranno nuove risorse finanziarie per migliorare la qualità della vita degli abruzzesi.
La Regione Abruzzo ha infatti raggiunto gli Obiettivi di servizio inseriti nel Quadro strategico nazionale ottenendo in questo modo la premialità di 37 milioni 530 mila euro che nel 2013 potrebbero arrivare a 139 milioni.
Il presidente ha spiegato che questi fondi verranno spalmati sul territorio agli stessi enti virtuosi che li avranno raggiunti e che hanno partecipato, positivamente con le loro azioni, al meccanismo della premialità.

22/06/2010 9.19