Terremoto, riparazione e ricostruzione: ecco tutti i contributi riconosciuti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3812

CONSULTA GLI ELENCHI. L'AQUILA. Gli aquilani potranno richiedere un Map in uno dei Comuni del cratere del terremoto al di fuori del capoluogo, dove questo tipo di alloggi è ancora disponibile. * PRESTO GRADUATORIA PER 35 MLN BANDO POR FESR * LA MADONNA DELLA GRAZIE È TORNATA AD ONNA PER LA FESTA DEL PAESE
Lo prevede una direttiva del vice commissario, Massimo Cialente, adottata in seguito a quanto previsto dall'ordinanza del presidente del Consiglio dei ministri n. 3857, che ha affidato al Commissario delegato il compito di mettere a disposizione dei Comuni richiedenti gli alloggi map realizzati in altri Comuni e da questi non utilizzati.
Ciò, per soddisfare le esigenze abitative delle Municipalità nel cui territorio non erano sufficienti gli alloggi costruiti per i senza tetto.
Il Comune del capoluogo di regione ha chiesto e ottenuto l'assegnazione dei Map disponibili nel cratere proprio, per soddisfare le esigenze dei nuclei familiari con abitazione principale classificata E, F o situata in zona rossa.
Intanto pubblichiamo qui di seguito l'elenco completo di tutte le domande pervenute per ottenere i contributi per la riparazione o la ricostruzione.
L'elenco è stato stilato dal Comune: aggiornato al 6 maggio, contiene, oltre al nome di chi ha richiesto i fondi, anche il professionista incaricato, l'indirizzo dell'immobile oggetto di interventi perche' danneggiato dal sisma, il contributo richiesto e quello riconosciuto.
«Nei prossimi giorni, come da me sollecitato - ha dichiarato l'assessore alla Ricostruzione Di Stefano - questo elenco sara' integrato con il nome dell'impresa cui sono stati assegnati i lavori. In tal modo saranno complete le informazioni che ritengo essere indispensabili per capire quali siano le destinazioni che hanno avuto i fondi pubblici per la ricostruzione. Ritengo sia un obbligo quantomeno morale, anche a garanzia della correttezza dell'operato dell'amministrazione. Tale elenco, oggi contenente 5.000 contributi definitivi rispetto ai circa 7.500 effettivamente erogati, sara' periodicamente aggiornato».
11/05/2010 9.33
domande ricostruzione/1

domande ricostruzione/2

domande ricostruzione/3

[pagebreak]
PRESTO GRADUATORIA PER 35 MLN BANDO POR FESR

L'AQUILA. Nei prossimi giorni sarà resa pubblica la graduatoria per l'assegnazione di 35 milioni di euro previsti dal bando POR FESR Abruzzo 2007 - 2013 rivolto alle piccole e medie imprese artigiane e commerciali per il risarcimento dei danni del terremoto.
Lo ha reso noto l'ufficio stampa della Struttura di gestione dell'Emergenza, specificando che a meno di due mesi dalla chiusura del bando sono state istruite dalla Regione ben 798 domande di contributo.
Intanto si sta predisponendo la graduatoria di assegnazione definitiva che sarà resa pubblica solo dopo che saranno pervenute da parte delle PMI le integrazioni previste dal bando e notificate da parte della struttura preposta le motivazioni di esclusione dallo stesso.
Anche il Comune dell'Aquila sta lavorando per completare le graduatorie relative all'assegnazione dei sussidi previsti dall'OPCM 3789 per indennizzare le aziende terremotate e favorire il rilancio delle attività economiche.
Su 3.500 domande pervenute, circa 2.200 sono già state istruite, altre 550 sono in attesa d'integrazione. Entro 15 giorni sarà completato l'iter per l'assegnazione dei sussidi.
Per quanto riguarda i lavoratori, se lo scorso anno il numero dei cassintegrati in deroga ammontava ad 8mila lavoratori, attualmente solo duemila dipendenti percepiscono questo trattamento previsto per legge come ammortizzatore sociale.
Gli ultimi aggiornamenti sui dati relativi all'occupazione in Abruzzo, saranno resi noti oggi dall'assessore alle Politiche attive del lavoro, Paolo Gatti, in sede di conferenza stampa a Pescara, con particolare riferimento alla situazione occupazionale del capoluogo.
11/05/2010 10.44
[pagebreak]
LA MADONNA DELLA GRAZIE È TORNATA AD ONNA PER LA FESTA DEL PAESE


ONNA. Ha lasciato per un giorno la cornice di Castel Sant'Angelo a Roma, dove fa bella mostra di sé nella rassegna “S.O.S Arte dall'Abruzzo – Una mostra per non dimenticare”, per non mancare all'appuntamento più sentito.
Domenica per i festeggiamenti patronali la Madonna delle Grazie, la statua datata alla fine del quattrocento conservata fino al sisma del 6 aprile 2009 presso la chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo, è tornata ad Onna.
Un ritorno fortemente voluto dalla direttrice Anna Maria Reggiani della Direzione regionale dei beni culturali e paesaggistici per l'Abruzzo, che insieme ai suoi funzionari, ha disposto che la statua lasciasse per qualche giorno la mostra allestita a Roma, per fare ritorno dai suoi fedeli onnesi che l'aspettavano con devozione e commozione. Si è potuta svolgere così la tradizionale processione dedicata alla Madonna.
La statua lignea della fine del XV secolo dedicata alla Madonna delle Grazie, scampata alla distruzione della Chiesa di Onna, è conservata, da dopo il sisma, presso MUSé il Museo delle Paludi di Celano.
E' stato proprio il personale di quest'ultimo museo ad organizzare tutti gli spostamenti della statua che oggi è torneta nella vetrina del famoso maniero della città eterna, dove i visitatori possono continuare ad ammirarne la bellezza.
«E' stato un momento commovente per tutti noi onnesi – dichiara Paolo Paolucci priore della Congregazione di Santa Maria Santissima delle Grazie – reso possibile dalla disponibilità della Direttrice Reggiani e dal lavoro del suo personale. A loro tutti va il nostro ringraziamento più sentito».
Onna, divenuto dopo il sisma il paese simbolo della tragedia, almeno per un giorno ha provato a guardare al futuro.

11/05/2010 10.44