Terremoto, la Regione ringrazia i volontari: lunedì sera grande festa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5550

L'AQUILA. Un evento di ringraziamento e partecipazione con tutte le associazioni di volontariato che si sono prodigate nella fase di emergenza post terremoto all'Interporto di Avezzano.


L'appuntamento è per lunedì prossimo proprio nel punto strategico per lo smistamento degli aiuti da destinare alle zone terremotate.
L'assessore regionale alla Protezione civile, Daniela Stati, ha presentato così ieri mattina, ad Avezzano, la manifestazione che si terrà all'inizio della prossima settimana in occasione della festa della Madonna di Pietraquaria, all'Interporto di Avezzano, con inizio alle ore 20, in collaborazione con la Croce Rossa.
Erano presenti anche i consiglieri provinciali Armando Floris e Fabio Bisegna, il sindaco di Avezzano Antonio Floris, il commissario regionale della Croce Rossa, Maria Teresa Letta, oltre agli assessori comunali Aureliano Giffi e Maurizio Bianchini.
Lunedì, dopo la benedizione del "focaraccio", preparato appositamente nella sede dell'Interporto, si darà il via ad una festa di ringraziamento con la distribuzione di 1200 pasti con numerose presenze istituzionali.
La manifestazione è aperta al pubblico.
L'assessore Stati si è soffermata anche sul futuro di questa struttura e sui progetti che l'amministrazione regionale conta di portare avanti per trasformare l'Interporto in un grande polo logistico con indubbi vantaggi non solo per il sistema produttivo abruzzese.
«Questa infrastruttura - ha proseguito l'assessore Stati - potrà svolgere un ruolo importante nella rete di interscambi nel Centro Italia poiché si trova in una posizione strategica, facilmente raggiungibile. Stiamo lavorando per portare la Protezione civile nazionale ad Avezzano».
Si pensa, infatti, a un'area che resterà a disposizione della Protezione civile nazionale per essere gestita a livello regionale.
«Logisticamente si tratta di una struttura di notevole qualità, posizionata a ridosso di città importanti come Roma e Napoli e centrale rispetto al territorio italiano. La sua funzionalità è stata testata anche a seguito dell'emergenza sismica per il deposito e la gestione del materiale e delle attrezzature destinate al superamento della fase più critica. Insomma, - ha concluso - presenta tutte le carte in regola per entrare a far parte della rete, con riferimento all'area geografica del centro Italia per cui non possiamo perdere questa occasione e il governo regionale ha già dato prova di volere proseguire con questo ambizioso progetto».
24/04/10 8.42