Pezzopane accetta proposta Bersani: «coordinerò proposte del Pd su terremoto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5552

L'AQUILA. L'ex presidente della Provincia dell'Aquila, Stefania Pezzopane, accetta la proposta del segretario nazionale del Pd Pierluigi Bresani e coordinerà il lavoro e le proposte che il partito metterà in campo per la ricostruzione.

E' la stessa Pezzopane a renderlo noto in una lettera inviata a Bersani.
«Carissimo Pierluigi – scrive Pezzopane - la tua proposta mi onora e mi sprona a proseguire
ed intensificare il lavoro svolto nella difficile realta' delle zone terremotate. Operare con una responsabilita' nazionale in questa difficile contingenza attraverso un'interrelazione costante con i vertici e l'intera struttura del partito, dà alla nostra causa l'adeguata dimensione ed al PD la svolta che cercava: quella del ritorno ai temi forti ed alla concretezza».
Il cratere «diventa laboratorio di proposte e di nuova democrazia», scrive Pezzopane.
«Molti liberi cittadini», sottolinea la ex presidente di Provincia sconfitta dall'avversario del Pdl, Antonio Del Corvo, «neo comitati, ordini e associazioni, da un anno si sono messi n gioco e profondono spontaneamente impegno e proposte. Segno di una voglia di partecipazione attiva, che passa anche per i nuovi media, che va intercettata».
«Dal cratere - afferma Pezzopane - puo' rinascere un'Italia nuova».
Tra i temi principali Pezzopane inserisce le tasse («i terremotati torneranno a pagare sia quelle correnti che quelle sospese, secondo l'attuale Decreto a giugno») e fondi per la ricostruzione («incerti ed insufficienti».
«Occorrono molti fondi subito e non spalmati fino al 2032 come fissa il Decreto», sottolinea ancora Pezzopane, « Lo abbiamo visto con il progetto CASE, che non sarebbe stato realizzabile in poco tempo senza risorse cospicue ed immediate».
«Questo- osserva il capo dell'opposizione - e' il vero miracolo da fare. Vigileremo sulla Zona Franca, sull'allargamento dei finanziamenti alle seconde case, sulla ripresa delle attivita' produttive che troppo hanno atteso e sulle misure per creare lavoro, per tutelare l'esistente, per
sostenere i disoccupati che nel dramma hanno visto assottigliarsi le possibilita' d'impiego e reimpiego».
Pezzopane parla anche della sua sconfitta elettorale, figlia, sostiene «dell'omerta' dei media e di una potentissima propaganda del "tutto risolto". La competizione elettorale locale ha visto in campo non un mio omologo, ma il presidente del Consiglio in prima persona, confuso e sostituito in meriti e capacità, da chi la realtà del cratere l'ha guardata dalla tv. Un confronto con un Golia della
comunicazione che ha visto perdente non me, ma il cratere che convintamene mi ha dato fiducia con un 57%».
10/04/10 13.52