Udu: «Chiodi risponda alle 10 domande sulla Casa dello Studente della Lombardia»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6504

ABRUZZO. L'Udu chiede alla Regione Abruzzo di rispondere a 10 domande sulla gestione della Casa dello Studente costruita con i fondi pubblici della Regione Lombardia.
Gli studenti chiedono al presidente Gianni Chiodi e all'intera Giunta con quali motivazioni e su quali basi giuridiche sia stata adottata la delibera del 2 novembre scorso con la quale si affida la gestione della suddetta casa dello studente alla Curia dell'Aquila. «Tale delibera», spiegano, «viola palesemente l'Accordo di Programma del 16 giugno sottoscritto da Regione Abruzzo, Lombardia, Dipartimento Protezione Civile, Provincia, Comune dell'Aquila e l'Arcidiocesi».
Nell'Accordo di Programma stipulato tra le parti si stabilisce in modo inequivocabile che lo studentato in questione debba essere gestito «dalla Regione Abruzzo o da sue articolazioni», nel rispetto della normativa vigente sul diritto allo studio.
«Nonostante ciò», contesta l'Udu da qualche settimana, «non vi è traccia nè di avvisi pubblici, nè di graduatorie pubbliche che rendano noti a tutti i criteri di assegnazione dei posti letto disponibili. Questa mancanza risulta gravissima considerando che  sono in attesa di un alloggio centaia di studenti risultati idonei non beneficiari, rispondendo al bando emesso dall'ADSU per l'assegnazione delle residenze della Reiss Romoli».
L'Udu, pertanto, chiede al presidente Chiodi e all'Assessore Gatti di rispondere pubblicamente alle domande poste dagli studenti.

LE DIECI DOMANDE

1.Con quale atto la Regione Abruzzo ha affidato la gestione della residenza universitaria alla Curia?

2.La Curia è una articolazione della Regione Abruzzo? Opera in regime pubblico, privato o caritatevole?

3.La Regione Abruzzo non ha, tra le sue articolazioni, l'Azienda per il diritto agli Studi, ente strumentale della Regione?

4.Con quali modalità è gestita la Residenza di cui all'accordo di Programma?

5.Con quale bando pubblico sono stati individuati gli studenti benefattori del posto letto?

6.Quali sono stati i criteri utilizzati e dove si trova l'elenco pubblico dei beneficiari?

7.Sapete che esiste una graduatoria pubblica dell'Adsu nella quale figurano centinaia di studenti idonei e ancora non beneficiari?

8.Sapete che il bando dell'Adsu specifica che le graduatorie potranno essere utilizzate per l'assegnazione di ulteriori posti letto, qualora dovessero rendersi disponibili?

9.Sapete che gli studenti assegnatari di posto letto dell'Adsu pagano il posto letto mediante la quota alloggio della borsa di studio e la tariffa? Per la Residenza Universitari dell'Accordo di Programma gli studenti pagano una tariffa? Se sì, quanto e a chi? Se no, perchè?

10.Sono ancora in vigore in Abruzzo le norme del diritto allo studio? Ne conoscete il contenuto? Sono compatibili la gestione della Curia (ovvero la Fondazione Falciola) e le modalità della gestione stessa con queste norme?
24/11/09 12.02

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK