Il papa sceglie monsignor D’Ercole per la ricostruzione aquilana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6176

L’AQUILA. L'ex vicedirettore della Sala Stampa della Santa Sede don Giovanni D'Ercole e' stato nominato dal Papa vescovo ausiliare della diocesi dell'Aquila.


L'AQUILA. L'ex vicedirettore della Sala Stampa della Santa Sede don Giovanni D'Ercole e' stato nominato dal Papa vescovo ausiliare della diocesi dell'Aquila.

Un incarico nato per collaborare dopo il terremoto alla ricostruzione delle chiese locali intese come edifici ma anche e soprattutto come comunita' vive.
Il vescovo ordinario, monsignor Giuseppe Molinari, aveva chiesto l'aiuto di nuove energie e il Papa lo ha accontentato privandosi di uno dei suoi collaboratori piu' stretti.
Volto noto di Rai Due come storico conduttore della rubrica religiosa "Sulla via di Damasco", don D'Ercole era infatti da tempo capo ufficio della sezione italiana della Segreteria di Stato.
Nato 62 anni fa a Morino, vicino all'Aquila, e' divenuto sacerdote di Don Orione dopo essere stato animatore del Movimento Oasi di padre Rotondi, che gli ha insegnato a coniugare la vocazione giornalistica con quella sacerdotale.
Dopo l'ordinazione, ricevuta nel 1974, la licenza in teologia alla Lateranense e il dottorato in teologia morale conseguito all'Accademia Alfonsiana, e' stato per nove anni missionario in Costa d'Avorio.
A meta' degli anni '80, i superiori lo richiamarono a Roma, come parroco della grande chiesa di Ognissanti sulla via Appia.
E due anni dopo, nel 1986, fu eletto superiore provinciale della Piccola Opera della Divina Provvidenza di Don Orione.
E' stato anche cappellano del carcere minorile di Casal del Marmo, all'epoca frequentato dall'allora segretario di Stato Agostino Casaroli, che vi celebrava spesso la messa domenicale.
Proprio il cardinale romagnolo suggeri' il suo nome a Papa Wojtyla che lo chiamo' nell'87 alla vicedirezione della Sala Stampa e dopo un paio d'anni lo volle in Segreteria di Stato.

TRA UN MESE LA CONSACRAZIONE EPISCOPALE

Monsignor D'Ercole ricevera' la consacrazione episcopale, il 12 dicembre, nella Basilica di San Pietro.
Il religioso ha scelto come motto per il suo Episcopato "In manus tuas".
«L'ha voluto - spiega una nota della Congregazione di Don Orione alla quale appartiene - per ricordare la preghiera che ogni sera recita e per indicare l'abbandono totale nelle mani di Dio e di Maria, alla quale ho consacrato la mia vita e la dedizione totale alla Chiesa».
L'arcivescovo dell'Aquila, monsignor Giuseppe Molinari, ha espresso soddisfazione: «Quella di monisgnor D'Ercole e' una presenza in piu' che fa sempre bene. Mi auguro di fare un buon lavoro con lui».
Molinari ha poi replicato a quanto comparso oggi in un articolo del quotidiano La Repubblica che parlava di «sorprendenti dichiarazioni di apprezzamento per Silvio Berlusconi» rilasciate in questi mesi proprio dal capo della chiesa Aquilana
«Al premier», ha invece spiegato, «ho solo detto 'grazie' perche' ci ha costruito le case, non che approvo tutta la sua politica e questo mi e' stato riconosciuto anche da molti aquilani».

14/11/2009 13.49