Berlusconi consegna altre case, show, barzellette e foto con le corna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3720

L’AQUILA. «Dopo le sofferenze patite, siete arrivati in un paradiso». Cosi' il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha definito gli appartamenti di Cese di Preturo, consegnati ieri agli aquilani. * RIAPERTA ALLE AUTO VIA XX SETTEMBRE

Va avanti la consegna degli appartamenti antisismici agli sfollati aquilani che sono rientrati nella graduatoria: ieri se ne sono aggiunti altri 240.
Mentre oltre 6 mila persone si trovano ancora in tenda c'è chi ha la certezza che il prossimo inverno, ormai arrivato, lo passerà al caldo.
«Questa terra e' straordinaria, se non avesse avuto quel torto di aver prodotto quello che ha prodotto», ha detto ieri il premier che si è lasciato andare più del solito a battute goliardiche con gli aquilani. Euforico per il lavoro portato a compimento ha più volte ripetuto: «questa è l'Italia che ci piace, questa è la politica del fare»
Le strutture antisismiche degli appartamenti, ha detto Berlusconi, «sono straordinarie» e «c'e' l'assoluta sicurezza».
Il presidente del Consiglio ha poi firmato autografi e ha scherzato dicendo «spendeteli bene, son 35 euro», mentre ad un'anziana che lo salutava, il presidente ha risposto: «questa donna ritornera' una ragazza, qui puo' fare footing la mattina».
Le case, ha poi sottolineato il premier, «sono belle e non sembrano in serie, non sono casermoni o case popolari, si inseriscono in punta di piedi nel paesaggio, in quello che si chiama skyline».
«Dovete avere il sole in tasca e tirarlo fuori nel rapporto con gli altri», ha detto ancora il capo del Governo, dispensando consigli a destra e a manca.
«Ho conosciuto gente, per esempio De Mita e Soru, che danno sempre la mano senza guardare la gente in faccia», ha spiegato.
«In tutte le cose ci vuole talento ma anche tanta tecnica», ha sottolineato. «Dunque, prima di tutto bisogna chiamare la gente per nome. Tu come ti chiami? Cristina? Cristina, fammi vedere. Meraviglia delle meraviglie», ha detto facendo fare una mezza piroetta alla ragazza.
«E tu Chiara? Sei una dimostrazione ambulante di piercing. Complimenti, ma togliteli».
Per Berlusconi l'ironia e' importante: «dubitate delle persone che sono sempre negative e non sanno essere ironiche o autoironiche», ha spiegato, «chi sa prendersi in giro non si prende troppo sul serio».



LA BARZELLETTA

Il premier non si è sottratto al rituale della barzelletta e ha raccontato per l'occasione una delle sue preferite: «ci sono il Papa, Obama, Berlusconi e un assistente del Papa su un aereo. I motori si rompono e ci sono solo tre paracaduti. Obama dice: “io prendo il primo perchè sono l'uomo più potente del mondo”. Berlusconi dice: “io prendo il secondo perchè sono l'uomo più intelligente d'Europa”. E il Papa e il suo assistente? “Non c'e' problema” dice l'assistente di volo, “sono rimasti due paracaduti perchè l'uomo più intelligente d'Europa si e' gettato con il mio zainetto”».

Ovazione della sala. Berlusconi non ha mancato anche una citazione poetica e ha ricordato una poesia di Pascoli sull'ultima sera in cui si vede più rosa di quello che era sembrato il giorno più nero. «Io sono nella penultima», ha scherzato, e poi la vita media si e' allungata, ha ricordato. «Oggi e' di 79 anni per gli uomini, io ne ho solo sei o sette...».
Berlusconi poi ha proposto agli aquilani di fare tutti insieme una foto.

LA FOTO CON LE CORNA

«Adesso facciamo una cosa maliziosa e birichina: alzate le mani e facciamo tutti le corna così non dicono più che le faccio solo io...», ha detto il presidente del Consiglio in mezzo ai ragazzi. Poi si è girato di colpo e ha scherzato: «Chi mi sta toccando il cu..?».

17/10/2009 10.10



[pagebreak]

RIAPERTA ALLE AUTO VIA XX SETTEMBRE

L'AQUILA. Dalle 8 di stamattina sarà riaperta al transito delle auto via XX settembre, l'arteria principale che attraversa il centro dell'Aquila, chiusa oltre sei mesi fa dopo il terremoto del 6 aprile.
Lo ha reso noto il sindaco Massimo Cialente, che ha firmato ieri la relativa ordinanza.
Con altro provvedimento, il primo cittadino del capoluogo abruzzese ha disposto la nuova perimetrazione della zona rossa che prevede, tra l'altro, la possibilità di tornare a percorrere via Castello.
In particolare, via XX settembre potrà essere percorsa a senso unico in direzione della villa comunale, eccezion fatta che per il tratto tra via Vicentini e via Castiglione, dove sarà possibile transitare a doppio senso di marcia. Resta vietata la circolazione per i mezzi con una massa superiore alle 3 tonnellate e mezzo.
Il limite di velocità sarà di 30 chilometri orari e sarà vietata la sosta su entrambi i lati.
Non saranno percorribili, né con le auto né a piedi, le strade che incrociano la via in questione.

PERIMETRAZIONE DELLA ZONA ROSSA


Il sindaco Cialente ha inoltre disposto la riperimetrazione della zona rossa di alcune parti della città, rendendo di fatto percorribile, ad esempio, alcune strade importanti quali via Castello.
Questo l'elenco delle vie percorribili, diviso per aree. Area di Santa Maria di Farfa: Via Panfilo Tedeschi, Via Santa Maria a Forfona, Via Maiella (limitatamente al tratto tra Via Santa Maria a Forfona e Via F. del Greco), Via F. Del Greco, Via Invalidi di Guerra, Piazza Matteotti, Via Gentile, Via G. Manna (limitatamente all'intersezione con Via Ludovici), Via Ludovici, Via Marinucci (limitatamente all'intersezione con Via Ludovici). Area Piazza del Teatro: Via Signorini Corsi, Via Vittorio Veneto, Via Sinizzo (limitatamente all'intersezione con Via Vittorio Veneto), Piazza del Teatro. Area Villa Comunale: Via Rendina, Via XXIV Maggio (tratto da Porta Napoli sino al civico n. 13 compreso), Via D‘Annunzio (tratto compreso tra via XXIV Maggio e il civico n. 23 compreso), Via Gualtieri D'Ocre (ad eccezione del tratto sottostante i giardinetti pubblici di Via XXIV Maggio), Viale Francesco Crispi. Area Castello ex San Salvatore: Via Castello, Via Malta, Viale Nizza (limitatamente nel tratto tra Piazza Battaglioni Alpini e l'incrocio con via San Basilio), Via San Basilio, Viale Duca degli Abruzzi (limitatamente nel tratto tra Piazza della Genca e l'incrocio con Via Garibaldi), Viale Don Bosco (limitatamente nel tratto tra Viale Duca degli Abruzzi e Piazza Lauretana esclusa).
Tale nuova perimetrazione – è scritto nell'ordinanza - è finalizzata al solo obiettivo di riaprire zone della città, per consentire l'accesso agli edifici classificati agibili ovvero agibili con modesti provvedimenti (esiti A, B e C), nonché per l'accesso libero alle ditte private che intendono dare avvio dei lavori di riparazione e ricostruzione.

CIALENTE: «RISULTATO IMPORTANTE»

«Ringrazio di vero cuore tutti coloro che hanno lavorato senza risparmiarsi per consentire di raggiungere questo importante risultato – ha commentato Cialente – a cominciare dai Vigili del Fuoco, dai dipendenti del nostro Comune impegnati in questi lavori, alle ditte incaricate di eseguire le opere necessarie».
Il sindaco ha sottolineato come la riapertura di via XX settembre e delle altre strade «è significativo soprattutto per garantire una migliore circolazione delle auto, ma anche per consentire a diverse famiglie di poter o rientrare direttamente a casa, o di far progettare lavori di entità ridotta, come nel caso dei fabbricati A, B e C, che possono permettere loro di riappropriarsi dei propri alloggi in tempi ragionevoli».
«Tuttavia – ha proseguito il sindaco – per gli immobili classificati “A”, si tratta di 100-150 unità al massimo. Una precisazione importante perché nessuno si faccia idee sbagliate sulla situazione del centro storico che, purtroppo, rimane distrutto nella sua quasi totalità, con l'82% dei fabbricati inagibili. Cosa che comporterà uno sforzo straordinario per poter concepire quei provvedimenti generali che saranno le fondamenta per la ricostruzione della nostra meravigliosa città».
La fruibilità delle strade previste nelle ordinanze odierne si aggiunge a quella di corso Federico II, piazza Duomo, corso Vittorio Emanuele fino ai Quattro cantoni, via e piazza San Bernardino, riaperti tra giugno e settembre.

DOMENICA SI CORRE NEL CENTRO STORICO

E domenica mattina (partenza alle 10.30 da viale Collemaggio) ci sarà l'edizione speciale de La Corsa di Miguel. Sulla distanza di 10 chilometri (ci sarà anche la prova non competitiva di 5 km), oltre 1000 podisti aquilani, abruzzesi, e da altre regioni italiane, percorreranno le vie del centro storico.
Sarà il sindaco a dare il via, e la prova sarà trasmessa in diretta su Rai Sport Più, con telecronaca di Franco Bragagna.
Una corsa speciale, dunque, alla quale parteciperanno alcuni tra i migliori fondisti azzurri. A partire da Rosalba Console, la finanziera numero uno della maratona italiana dopo il grande risultato ottenuto alla recente Maratona di Berlino, che avrà come avversarie un poker di azzurre del Centro Sportivo Esercito formato da Vincenza Sicari, Cristiana Artuso, Barbara La Barbera e Katia Libertone.
In campo maschile, invece, attesi protagonisti i due atleti delle Fiamme Gialle, Cosimo Caliandro e Yuri Floriani, quest'ultimo vincitore della Corsa di Miguel di Roma 2009.
Durante la giornata, ci sarà spazio anche per i più piccoli.
Oltre alla prova non competitiva di 5 chilometri, si svolgeranno alcune prove su brevi distanze riservate alle categorie giovanili. Dalle 10.35 alle 12, correranno sui 300 metri gli esordienti, sul chilometro le ragazze, sui 1500 metri i ragazzi e sui 2000 i cadetti.

TRASPORTI UNIVERSITARI: TROVATO L'ACCORDO

L'AQUILA. E' stato raggiunto un accordo tra Regione, Università e Protezione civile sui trasporti pubblici per gli studenti universitari non residenti nei territori dei Comuni compresi nel "cratere".
Il servizio sarà organizzato attraverso il noleggio di autobus le cui località di partenza saranno individuate sulla base delle necessità rappresentate dalla stessa Università aquilana.
L'Università provvederà direttamente all'istruttoria del rilascio delle tessere in favore degli studenti universitari, alla gestione del servizio di prenotazione delle corse ed alla comunicazione tempestiva dei relativi dati al Dipartimento della Protezione civile.
In attesa dell'attivazione del servizio di trasporto a noleggio, fin da lunedì prossimo, 19 ottobre, sarà riconosciuto agli studenti pendolari iscritti all'Università dell'Aquila il rimborso delle spese sostenute per i trasferimenti dal luogo di residenza o dimora alle sedi delle facoltà, secondo modalità e criteri che saranno stabiliti da un regolamento attuativo.
«Con l'attivazione imminente di questo servizio, dedicato alle più urgenti esigenze degli studenti è stato compiuto un ulteriore passo avanti», commentano soddisfatti dalla Regione, «frutto dell'intensa e proficua attività di collaborazione».

17/10/2009 10.18