Viabilità: 19 interventi in somma urgenza per tornare a circolare regolarmente

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

626

L'AQUILA. Anche i collegamenti stradali provinciali hanno risentito grandemente dei danni seguiti al sisma. Frane, ponti compromessi, crolli di varia natura non consentono oggi di ripristinare il flusso automobilistico con i crismi della sicurezza.

Il Decreto 39 non ha previsto fondi per gli interventi sulla viabilità provinciale.
Pertanto la Provincia è dovuta intervenire in trattativa presso la Protezione Civile per ottenere delle risorse fra quelle stanziate per l'immediata emergenza.
Sono 19 gli interventi di somma urgenza che sono stati segnalati per la copertura finanziaria.
Per 7 di questi la Provincia ha ottenuto un finanziamento che ammonta a € 6.762.800,00. Lo stato dei progetti è già in fase esecutiva ed in molti casi i lavori sono già stati appaltati e consegnati dalle strutture tecniche provinciali.
Nello specifico riguardano:
• consolidamento del ponte “Madonna del Ponte” SR 615 di Monteluco km 0+700 (2 milioni di euro – progettazione esecutiva)
• ristrutturazione ponte S. Giovanni SP 1 Amiternina (€ 424.800,00 - lavori consegnati)
• ricostruzione muro di contenimento in una traversa dell'abitato di Camarda lungo la SP103 di Filetto (€ 240.000,00 - progettazione esecutiva)
• sistemazione delle pendici rocciose lungo la SP 38 Nuova Vestina (€ 1.800.000,00 – progettazione esecutiva)
• sistemazione pendici rocciose lungo la SP 7 di Castel del Monte – Rocca di Calascio ( € 1.800.000,00 - progettazione esecutiva)
• bonifica delle scarpate stradali lungo la SP 106 delle Capannelle dal km 5 al km 12 (€ 60.000,00 – lavori consegnati)
• consolidamento e risanamento scarpata SR 5 bis Vestina Sirentina km 19+500 (€ 438.000,00 – Lavori consegnati)

Il piano straordinario di intervento sulla viabilità è stato presentato questa mattina alla stampa ed ai sindaci dei comuni interessati. Presenti anche alcuni imprenditori interessati a riavviare l'attività nel più breve tempo possibile.
L'assessore alla viabilità, Pio Alleva, ha stigmatizzato «l'assoluta assenza della Regione Abruzzo». Quest'ultima, secondo Alleva, di fronte ad una grave carenza del Decreto, che non stanziava fondi per questa specifica ed importante emergenza, «non solo non ha ritenuto di stanziare neppure un euro, ma ha anche lasciato sola la Provincia nella trattativa con la protezione Civile».
La Presidente Stefania Pezzopane ha sottolineato «la generosità di alcune province, come quella di Trento, che concorrono con propri fondi ad alcuni interventi di messa in sicurezza. Le opere che stanno partendo rimuoveranno dei drastici isolamenti di interi territori, costretti oggi a giri tortuosi per i collegamenti – ha affermato la presidente - ma nella lista operativa ancora molti lavori devono trovare copertura finanziaria. Noi continueremo a premere per trovare le risorse così come è stato fino ad oggi, anche da soli».

06/07/2009 15.47