Sistemazione autonoma, stilate le prime liste per i pagamenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3115

L’AQUILA. Il servizio “Assistenza e Politiche abitative post sisma” del Comune dell’Aquila segnala che alcuni cittadini si sono presentati presentando degli schemi di contratto per gli alloggi agibili da assegnare a coloro che sono rimasti senza casa, i quali – secondo quanto riferito dagli stessi – sarebbero stati redatti da terzi.
L'unico modello che deve essere compilato è quello scaricabile dal sito internet www.comune.laquila.it o reperibile nelle sedi comunali abilitate a questa operazione.
La produzione di schemi di contratto non corrispondenti a quello indicato nell'ordinanza della Presidenza del Consiglio dei ministri n. 3769 e richiamato dal Comune dell'Aquila, comporta l'impossibilità di concludere la convenzione medesima e dunque impedisce il rimborso delle somme a vantaggio dei proprietari dell'immobile.
Sul sito internet dell'amministrazione comunale sono riportate anche tutte le istruzioni, le raccomandazioni e le prescrizioni per sottoscrivere questo tipo di contratti, con i moduli da allegare. La sede del servizio Assistenza e Politiche abitative post sisma è in via Aldo Moro, tel. 0862-412470 ed è attivo dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13.
Inoltre, in considerazione della circostanza che, su sollecitazione del sindaco Massimo Cialente, la Protezione civile nazionale sta preparando un trasferimento di fondi per consentire al Comune di procedere ai pagamenti a beneficio dei proprietari che mettono a disposizione i propri alloggi agibili – per la formazione di una graduatoria o per la cessione diretta a vantaggio delle famiglie senza casa in seguito al terremoto – firmando con gli affittuari il relativo contratto, l'amministrazione comunale invita coloro che hanno queste case a metterle tranquillamente a disposizione, visto che gli emolumenti fissati nell'ordinanza, nella successiva direttiva del Commissario delegato e nella comunicazione del Comune saranno regolarmente liquidati. Nel primo periodo potrebbero verificarsi dei ritardi fisiologici – comunque contenuti – per la necessità di perfezionare l'organizzazione, ma appena il meccanismo sarà a regime, i pagamenti per i proprietari delle abitazioni affittate alle famiglie senza tetto con la procedura in questione saranno effettuati ogni mese.

CONTRIBUTI AUTONOMA SISTEMAZIONE

Allo scopo di consentire agli interessati di conoscere la loro posizione e di evitare che l'ufficio comunale di via Aldo Moro e gli sportelli bancari siano gravati da file lunghissime e infruttuose, il servizio “Assistenza e Politiche abitative post sisma” ha previsto la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune del primo elenco degli aventi diritto ai fondi per l'autonoma sistemazione. Nella lista vengono riportati il nome e il cognome di colui che, per conto del nucleo familiare, ha presento richiesta e le modalità con cui ha chiesto il pagamento della contribuzione medesima. Si ricorda inoltre che gli elenchi sono in corso di aggiornamento e che dunque tutti gli aventi diritto, che hanno prodotto la domanda e che hanno i requisiti, saranno pagati in tempi brevi. Per sostenere i relativi oneri, la Protezione civile ha già messo a disposizione un primo fondo di 2 milioni e mezzo di euro. Inoltre, coloro che hanno richiesto la liquidazione mediante la riscossione diretta nella tesoreria comunale (la Carispaq), se hanno indicato nella domanda un numero di telefono saranno avvisati non appena i mandati saranno disponibili.

FONDI PER GLI INTERVENTI SUI FABBRICATI CLASSIFICATI “A”, “B” E “C”

In seguito alla richiesta del sindaco Cialente, la Protezione civile nazionale ha informato il Comune dell'Aquila di aver disposto la concessione di una prima anticipazione di risorse pari a 20 milioni di euro, da destinare a coloro che hanno fatto richiesta di interventi di riparazione degli immobili classificati di agibilità “A”, “B” e “C”. Questa novità consente di accelerare le procedure di pagamento delle somme spettanti alle persone che hanno titolo a fruire dei contributi connessi alle richieste in questione. La Municipalità assicura, pertanto, che, i pagamenti saranno effettuati a vantaggio degli aventi diritto entro sessanta giorni dalla domanda per i fabbricati classificati “A”, e, per quanto riguarda la prima anticipazione del 25%, entro il secondo mese dalla conclusione dell'istruttoria – già prefissata dall'ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3779 in 30 giorni dalla richiesta – per i fabbricati “B” e “C”. Le successive anticipazioni e il saldo finale saranno liquidati senza ritardi.

APPLICAZIONE DEL PREZZIARIO REGIONALE PER I LAVORI DI RIPARAZIONE

Per quanto riguarda la valutazione dei costi da sostenere per le opere necessarie alle riparazioni degli immobili, il servizio Emergenza sismica e ricostruzione ha suggerito a imprese e progettisti di applicare il prezziario della Regione Abruzzo per i lavori in esso previsti e, per quelli che in tale prezziario non sono contenuti, sarà applicato quello delle Regioni Umbria o Marche, che contengono delle specifiche previsioni proprio per gli interventi post terremoto.

FONDI PER MESSA IN SICUREZZA DI STRADE ED EDIFICI PUBBLICI

La Protezione civile nazionale ha informato il sindaco Massimo Cialente di aver disposto il trasferimento di fondi per 10 milioni di euro per la messa in sicurezza di strade ed edifici pubblici.

03/07/2009 16.01