Facoltà Lettere ha una nuova sede. Dubbi per le scuole

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1261

L’AQUILA. La Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università dell’Aquila ha una sede provvisoria dove potrà continuare le proprie attività istituzionali. * NUOVE PROVE DI AMMISSIONE PER FACOLTA’ MEDICINA


Si tratta della sede che la Facoltà tutta, con la partecipazione del Magnifico Rettore e del Senato Accademico dell'Università dell'Aquila, aveva indicato nella pacifica e dignitosa manifestazione di inizio giugno.
Sono tre edifici dell'ex Tribunale dei Minori, in via Acquasanta.
«Abbiamo considerato essenziale», ha spiegato Giannino Di Tommaso, preside Facoltà di Lettere e Filosofia, «che la nostra struttura, naturalmente collocata nel centro storico, restasse nella città e che la sua funzione di elemento costitutivo essenziale del tessuto sociale cittadino potesse manifestare tutta la sua forza aggregante e offrire il proprio vitale contributo nella situazione difficile che L'Aquila deve affrontare. Siamo stati accontentati e ora aspettiamo solo di metterci alla prova, sapendo di superarla brillantemente, così come sappiamo che L'Aquila tutta saprà rimarginare le sue infinite e profonde ferite».

DUBBI SULLE ATTIVITA' DIDATTICHE

Ma non tutto il mondo studentesco in queste ore può gioire. I consiglieri regionali dell'Italia dei Valori Cesare D'Alessandro, Lucrezio Paolini e Camillo Sulpizio hanno presentato ieri un'interpellanza urgente rivolta al presidente della Giunta regionale con lo scopo di verificare lo stato delle iniziative assunte o ancora da assumere per la ripresa dell'anno scolastico nei Comuni dell'Aquilano.
«A sessanta giorni dall'inizio dell'anno scolastico – ha dichiarato il consigliere IdV D'Alessandro – nulla o quasi è dato sapere in merito alle iniziative assunte da Emanuele Fidora, vice-capo di Gabinetto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, al quale è stato affidato il compito di adottare ogni atto necessario per consentire una positiva ripresa delle attività didattiche in vista del prossimo anno scolastico e dell'anno accademico 2009-2010».
Poiché il provvedimento d'incarico a Fidora, firmato dal Presidente del Consiglio Berlusconi, è stato assunto d'intesa con il Presidente della Regione Chiodi, i consiglieri dell'Italia dei Valori, attraverso la presentazione dell'interpellanza urgente, intendono conoscere e valutare, per tempo, ogni iniziativa assunta in proposito.
«La previsione di una corretta ripresa delle attività didattiche – hanno affermato i consiglieri regionali dell'IdV - rappresenta un elemento propedeutico indispensabile a favorire il rientro delle famiglie nelle zone del sisma. Eventuali omissioni e ritardi colpevoli di rendere incerta la prospettiva di ripresa delle attività didattiche, produrrebbero effetti devastanti fino alla compromissione della ricostituzione del tessuto socio-economico cittadino».

02/07/2009 9.22

[pagebreak]

NUOVE PROVE DI AMMISSIONE PER FACOLTA' MEDICINA

L'AQUILA. La Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Aquila è pronta ad affrontare le nuove prove di ammissione ai corsi di laurea magistrale in medicina e chirurgia, in odontoiatria e protesi dentaria e ai corsi di laurea di area sanitaria.
Per l'accesso ai corsi di laurea specialistica/magistrale le relative prove di ammissione, di contenuto identico sul territorio nazionale, sono predisposte dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca avvalendosi di una apposita Commissione, costituita con decreto ministeriale.
La prova verte su ottanta quesiti formulati in modo distinto per ciascun corso: quaranta domande sono di cultura generale e ragionamento logico, diciotto di biologia, undici di chimica, e undici di fisica e matematica.
La prova di ammissione si svolgeranno il 3 settembre (medicina e chirurgia), 4 settembre (odontoiatria e protesi dentaria), 9 settembre (corsi di laurea delle professioni sanitarie).
Le prove di ammissione hanno inizio alle ore 11.00 e per il loro svolgimento è assegnato un tempo di due ore.
A breve sarà emanato il Decreto Ministeriale con i posti assegnati ad ogni corso.
Grazie all'accordo siglato dal Ministro Gelmini e dal Rettore di Orio, in considerazione della situazione generata dal sisma del 6 aprile, è previsto l'esonero dal pagamento delle tasse per tutti gli iscritti all'Ateneo Aquilano.

02/07/2009 9.22