G8, pochi soldi per le forze dell’ordine: «limitare straordinari»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1517

L’AQUILA. Una situazione paradossale quella che si sta venendo a creare in vista del G8, il summit dei grandi della terra in programma dall’8 al 10 luglio a L’Aquila.

L'AQUILA. Una situazione paradossale quella che si sta venendo a creare in vista del G8, il summit dei grandi della terra in programma dall'8 al 10 luglio a L'Aquila.
Ci sono pochi fondi, occorre quindi limitare quanto più possibile gli straordinari delle forze dell'ordine impegnate per l'evento.
Lo prevede una circolare del Dipartimento di Pubblica sicurezza inviata a prefetti e questori in vista del vertice degli Otto Grandi.
L'evento, indica il Dipartimento, «richiederà un massiccio impiego di forze di polizia a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica».
Ciò «induce a disciplinare uniformemente»", dal 3 al 16 luglio, «il trattamento economico dovuto al personale impiegato nel quadro di tutte le manifestazioni connesse» al vertice.
Si stabilisce quindi che a forze di polizia, forze armate e personale dipendente da enti locali compete l'indennità di ordine pubblico.
Per i militari impiegati questa indennità «verrà corrisposta solo nel caso di non attribuzione dell'indennità» prevista per il personale delle forze armate che partecipa all'operazione militari in città.
La circolare puntualizza poi che «le prestazioni di lavoro straordinario che si rendessero indispensabili per far fronte alle esigenze direttamente connesse allo svolgimento dei servizi operativi dovranno essere limitate quanto più possibile stante l'esiguità dei fondi a disposizione». Occorrerà quindi organizzare «gli spostamenti del personale da e per le sedi di destinazione in modo da evitare o ridurre al massimo le eccedenze oltre l'orario giornaliero».

01/07/2009 9.27