Adozioni e gare di solidarietà per San Demetrio e Castel Del Monte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1542

ABRUZZO. Il Consiglio comunale di Castiglione della Pescaia ha accolto il sindaco di San Demetrio, Silvano Cappelli, ospite del paese per sottoscrivere il protocollo d’intesa, che ha sancito l’avvio della collaborazione fra i due comuni. * AMIANTO, ARTA: «SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO»
Il Comune di Castiglione della Pescaia ha voluto contribuire alla gara di solidarietà che si è innescata subito dopo il sisma; l'idea di “adottare” il Comune di San Demetrio è maturata dopo il Mercatino di solidarietà, promosso il 19 aprile scorso, dall'Amministrazione di Castiglione insieme a numerosi enti ed associazioni del territorio.
Il sindaco di Castiglione, Monica Faenzi, a nome dell'intera popolazione, ha consegnato al primo cittadino abruzzese un assegno di 10mila 882,71 euro, frutto del ricavato del mercatino, che potranno essere impiegati nel modo più utile per l'attività di ricostruzione. «Abbiamo raccolto questa somma – ha detto il sindaco Monica Faenzi – in sole tre ore; avremmo voluto fare di più, la pioggia ci ha costretti, infatti, a interrompere il mercatino. Non è molto, ma è il segno concreto del nostro affetto e della attenzione alla vostra difficile situazione. Siete un popolo coraggioso e fiero, che ha vissuto con dignità questa tragedia e che saprà ripartire».
Insieme all'assegno, al sindaco Silvano Cappelli sono stati consegnati i vaucher per un soggiorno gratuito di una settimana, dal 30 maggio al 6 giugno, per cinque famiglie di San Demetrio (estratte a sorte) in altrettante strutture ricettive di Castiglione. Altri due campeggi hanno contribuito con un bonifico di mille euro.
Il sindaco di San Demetrio ha sottolineato che l'Abruzzo è stato duramente segnato dal terremoto «ma allo stesso tempo abbiamo potuto toccare con mano una solidarietà diffusa, su tutto il territorio nazionale». Riferendosi alle donazioni giunte da Castiglione ha voluto ribadire che «non le consideriamo una beneficenza, ma l'occasione per instaurare contatti duraturi e di reciproca collaborazione anche in ambito turistico e culturale».

VALDASO ADOTTA CASTEL DEL MONTE

La Valdaso ha adottato invece Castel Del Monte, comune nel cuore del Parco nazionale del Gran Sasso a 1350 metri di altitudine, una bomboniera d'arte classificata come uno dei Borghi più belli d'Italia e colpita nel suo centro storico.
Questo ponte solidale inizia con una festa organizzata per domenica 31 maggio, quando dalla Valdaso si sposteranno nella tensostruttura allestita ai piedi del paese per l'emergenza terremoto una delegazione di marchigiani per portare un po' di buonumore con due delle sagre i cui nomi hanno fatto il giro del mondo: la Sagra dei Maccheroncini di Campofilone e la Sagra delle Cozze di Pedaso. Per dessert ci sarà la prelibata frutta di Moresco.
A Castel del Monte sarà presente anche l'assessore alla Protezione Civile della Regione Marche, Sandro Donati. Ogni paese dell'Unione Valdaso farà la sua parte già in questa prima fase ed in una seconda mirata alla ricostruzione per un intervento che non vuole essere estemporaneo e portato avanti in collaborazione con il Sindaco di Castel Del Monte, Luciano Mucciante, che si è detto entusiasta del progetto: «Un gesto di solidarietà – ha detto - molto importante per un piccolo comune come il nostro, un esempio utile per realtà territoriali che hanno sofferto e che vogliono tornare alla vita normale».
Per la “Festa del rientro” di domenica 31 la Pro Loco di Campofilone (presidente Filippo Giordani) porterà gratuitamente per i cittadini del posto oltre 700 pasti della Sagra dei Maccheroncini di Campofilone (con la collaborazione dell'Associazione dei Produttori di Maccheroncini annaffiati dal vino di Mario di Ruscio).
Stesso numero di pasti per il secondo piatto della maxi sagra e che sarà preparato dalla consolidata organizzazione della Pro Loco di Pedaso (presidente Daniele Petrini) che porterà a Castel del Monte (con il sostegno dei Fratelli Maroni che metteranno a disposizione anche camion e autista) l'arcinota Sagra delle Cozze che ha quasi cinquant'anni di tradizione gastronomica alle spalle. La Pro Loco di Moresco (presidente Franco Amurri) invece porterà alla festa la sua tipica e pregiata frutta di stagione: 700 prelibati cestini con ciliegie, fragole albicocche e pesche di stretta produzione locale.
27/05/2009 9.11
[pagebreak]

AMIANTO, ARTA: «SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO»

L'AQUILA. L'Agenzia regionale di tutela ambientale diffonde gli esiti dei prelievi di aria effettuati vicino piazza D'Armi

Dai campionamenti di aria effettuati a L'Aquila nei giorni 7, 8 e 11 maggio scorsi non risultano presenti fibre di amianto aerodisperse.
I dati finora raccolti, tuttavia, non consentono di escludere la presenza di amianto tra le macerie accumulate nel sito adiacente alla caserma della Guardia di Finanza e alla tendopoli di piazza D'Armi, dove è stato effettuato il monitoraggio.
Lo riferisce la Direzione centrale dell'ARTA Abruzzo (Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente), per fare chiarezza tra le informazioni discordanti e fuorvianti circolate su questa delicata problematica.
L'Agenzia, su richiesta della Protezione Civile, ha eseguito i rilievi avvalendosi del supporto dell'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale): l'ingegnere Leonardo Arru ha infatti garantito che le analisi in microscopia elettronica (metodica in grado di conteggiare esclusivamente le fibre di amianto) venissero eseguite presso l'Arpa Emilia Romagna e la Asl di Viterbo.
Il Dipartimento Arta di L'Aquila ha individuato tre punti critici nei quali eseguire i campionamenti d'aria, compresi nello spazio delimitato dal cumulo di macerie, la caserma della Guardia di Finanza e la tendopoli di Piazza d'Armi.
I campioni d'aria sono stati analizzati tramite microscopia elettronica dalla sezione provinciale di Reggio Emilia dell'ARPA Emilia Romagna e dal Centro Regionale di Riferimento Amianto della ASL di Viterbo: in entrambi i casi l'esito delle analisi è stato negativo.
L'Arta rimane vigile sulle problematiche relative alla tutela dell'ambiente, sotto il coordinamento delle autorità competenti.
27/05/2009 9.10