G8: L’Aquila protagonista «sobria». Pescara perde l’evento di maggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1612

ROMA. Si svolgerà a Roma (alla Farnesina) l'11 e 12 giugno, - e non più a Pescara dal 21 al 23 maggio - la riunione ministeriale sulla Cooperazione allo sviluppo, in vista del Vertice del G8 di luglio all'Aquila.


Lo ha detto il numero due del servizio stampa della Farnesina, Aldo Amati, nel consueto briefing settimanale con i giornalisti.
Il cambiamento di sede e data è stato deciso in seguito al terremoto in Abruzzo, «anche per non sovraccaricare, in questo momento, le strutture abruzzesi» che ospitano gli sfollati.
Resta invece a Pescara, ma slitta a ottobre, la Tidewater Conference, un evento che, inquadrato in un contesto Ocse, quest'anno «l'Italia ha tenuto molto ad ospitare in quanto presidente di turno del G8».
«E' la prima volta che accade, a riprova della volontà, da parte italiana, che l'approfondimento concreto sui principali temi globali in materia di sviluppo dia al nostro G8 un apporto di speciale rilevanza», ha concluso Amati.
E ieri il ministro degli esteri Franco Frattini ha spiegato a Washington perché il G8 in programma in Abruzzo sarà un vertice diverso dai precedenti, improntato «alla sobrietà e alla solidarietà».
«Sara un G8 diverso per le sue caratteristiche strutturali: per la prima volta avremo i paesi ad economia emergente seduti allo stesso tavolo insieme ad i Grandi del mondo - ha detto Frattini - Sarà un G8 flessibile ed ampliato, con la partecipazione ad esempio dei leader africani».
All'Aquila saranno invitati anche i cinque paesi dalle economie emergenti (Cina, India, Brasile, Messico, Sudafrica) e anche l'Egitto.
«Sarà un G8 che si svolgerà in un grande complesso militare, caratterizzato quindi dalla sobrietà degli incontri e del contesto. Ma sarà anche un segno di solidarietà perché il governo italiano mostrerà al mondo la fierezza del popolo abruzzese, che vuole ripartire, che vuole rialzarsi. Questo lo faremo vedere con sincerità a tutti quanti».
«Siamo vicini all'Italia: abbiamo apprezzato molto il modo in cui è stata affrontata l'emergenza terremoto. Faremo di tutto per aiutare», ha replicato il segretario di stato Hillary Clinton.

L'ASSEMBLEA CONTRO IL G8

L'AQUILA. Si è tenuta presso il tendone della rete 3e32 in piazza dell'Unicef, via Strinella nei giorni scorsi un'assemblea aquilana ed abruzzese dedicata alle conseguenze dello spostamento del G8 nel capoluogo abruzzese.
Hanno partecipato Epicentro Solidale, Abruzzo social Forum, Cobas, A Sud, Donne in Nero, Arci, Coordinamento Mediatori Culturali, Brigate della Solidarietà, rete 3e32.
E' emersa da più parti l'esclusione degli abitanti delle tendopoli e della costa dalle attività quotidiane e di ricostruzione sociale del territorio.
«Si è costatato», spiegano dal comitato, «come inizialmente lo spostamento del G8 all'Aquila aveva dato l'illusione ad una parte dei cittadini di poter portare giovamento al territorio, sensazione smorzata dalle prime notizie sul Decreto Abruzzo e dalla consapevolezza di un meccanismo ingannevole e offensivo».
«Se lo spostamento del G8 è pensato per sostenere economicamente le popolazioni colpite dal sisma», hanno detto ancora dal Comitato, «la nostra proposta è quella di annullarlo e di destinare le risorse, comunque ingenti, necessarie all'organizzazione dell'evento, interamente al territorio aquilano per una ricostruzione reale».
Se invece la decisione di Berlusconi e Bertolaso venisse confermata, «ci prepariamo da oggi a mettere in campo idee, intelligenze e creatività per contrastare il G8».
Si è discusso del Decreto Abruzzo presentato in questi giorni, «è emersa in maniera condivisa una forte opposizione e l'intenzione di avviare un percorso innanzitutto cittadino, ma che coinvolga le realtà regionali e nazionali, che porti sui territori una reale informazione sulla questione, al fine di fornire agli aquilani la consapevolezza di cosa si sta decidendo sopra le loro teste».
Si è ribadita l'opposizione al G8 all'Aquila come in altri luoghi, e la sua completa inutilità.

08/05/2009 11.37