Ancora 20 persone mancano all’appello: amici e parenti aspettano notizie

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3001

L’AQUILA. Sono una ventina le persone che non sono state ancora rintracciate da amici e parenti, secondo la lista ufficiale stilata dalla sala operativa di Codici.
Si tratta probabilmente di persone che sono riuscite a mettersi in salvo ma che non sarebbero ancora riuscite a parlare e rassicurare, a venti giorni dal sisma, gli affetti più cari.
Grazie alla lista diffusa da Codici e pubblicata anche su PrimaDaNoi.it sono state già rintracciate più di trenta persone. La notizia è stata ripresa anche da alcune trasmissioni televisive, come ad esempio “Chi l'ha visto?”, che ha fornito ulteriori aiuti.
E in questi giorni sono diverse le telefonate che arrivano anche in redazione di persone che cercano ancora parenti e che non sarebbero riusciti ad avere informazioni utili dalla Protezione civile.
La sala operativa Codici di Pescara coordinata da Domenico Pettinari ha registrato dal giorno del terremoto ad oggi oltre 150 segnalazioni di amici, parenti e conoscenti che chiedevano disperatamente di poter rintracciare i propri cari.
«Le persone che ci chiamano non riescono a mettersi in contatto con i parenti e ci dicono di aver ripetutamente chiamato i numeri della Protezione Civile», dice Pettinari, «i quali, a loro dire, risultano perennemente occupati. I nostri operatori hanno sempre provveduto ad inoltrare le segnalazioni dei non rintracciati alla Protezione Civile. La protezione Civile ci ha sempre garantito che appena riuscivano a rintracciare i nostri nominativi ci avrebbero contattato».
Ogni giorno, per fortuna, si riesce a rintracciare qualcuno e proprio poche ore fa è arrivata all'associazione un'ennesima telefonata: il signor Ascanio Sanctis chiede di avere notizie di sua zia, Giovanna Giordano, di 77 anni che viveva sola a L'Aquila in via Sallustio, 81. Dopo il sisma non ha avuto più sue notizie. Anche in questo caso oltre 20 giorni di ricerche e telefonate sono andate a vuoto. Ci risulta che sarebbero anche altre le persone che cercano ancora cari con i quali non sono riusciti a mettersi in contatto. Molti di loro raccontano di non aver avuto risposte esaurienti dalla Protezione civile.
E' difficile capire il perché poiché dopo 20 giorni tutti gli assistiti dovrebbero essere stati censiti anche anagraficamente e dunque il coordinamento dei soccorsi dovrebbe essere in grado di rintracciare tutte le 60mila persone assistite.

Di seguito la lista delle persone ancora non rintracciate.
Chi avesse loro notizie può contattare il numero: 085 77211 o 340/8510449 (Segretario Provinciale Domenico Pettinari attivo 24 h) e il 320.3849364 (attivo fino alle 24.00). Oppure scrivere a codici.abruzzo@codici.org

ANGELA NANNI - L'AQUILA (ritrovata viva)
LUIGI NANNI - L'AQUILA (ritrovato vivo)
CONCETTA NANNI - L'AQUILA (ritrovato vivo)
TANIA ZAVARELLI - L'AQUILA CENTRO
SERGIO PALELLA - L'AQUILA
PEZZOPANE BERNARDINO - ONNA
OTTAVIO CIULINI - L'AQUILA (ritrovato vivo)
MARIA CIULINI - L'AQUILA (ritrovata viva)
ANNITA CIULINI - L'AQUILA (ritrovata viva)
FERDINANDO CIULINI - L'AQUILA (ritrovato vivo)
STEFANO GIORDANO - L'AQUILA Centro (ritrovato vivo)
ROSELLA GIORDANO - L'AQUILA Centro (ritrovata viva)
ACHILLE GIORDANO - L'AQUILA Centro (ritrovato vivo)
ELETTRA GUADAGNOLI - L'AQUILA Centro (ritrovata viva)
GIOVANNI TENNINA - PAGANICA (ritrovato vivo)
ORECCHIA GIUSEPPE
BERNARDINO VALENTINI
BERNARDINO GINO
COCOCETTA LUCIANO (ritrovato vivo)
GIOVANNI SEBASTIANI (ritrovato vivo)
MASSIMO TURCO (ritrovato vivo)
28/04/2009 11.42