Tentato omicidio a Pineto: donna accoltellata, giovane confessa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

11768

Tentato omicidio a Pineto: donna accoltellata, giovane confessa
PINETO. Dopo l'arresto il giovane è crollato e ha confessato ai militari: «sì, l'ho colpita io». La donna, che non conosceva il suo aggressore ed è ancora in prognosi riservata, è stata bloccata di sorpresa alle spalle mentre stava facendo jogging.

Erano circa le 20.30 di ieri 15 novembre 2011 quando la località Pineta Storica di Pineto si è trasformata nel set di un film dell'orrore.

Una giovane donna 43enne stava facendo jogging quando ad un certo punto si è fermata per fare stretching. A questo punto è entrato in azione l'aggressore, Luca Michelucci, 23 anni di Pineto. Il giovane prima ha cercato un mero approccio con la donna per poi aggredirla alle spalle nel momento in cui questa si stava allontanando spaventata. L'uomo l'ha colpita alle testa più volte una grossa lima da carpentiere ed una volta che a terra l'ha colpita ripetutamente con il coltello. Due dei fendenti le hanno perforato l'emitorace destro e sinistro, un colpo è finito a meno di un centimetro dal cuore.  Le urla della donna sono state sentite da una passante che portava a passeggio il cane che ha visto la scena cominciando a lanciare grida di aiuto. L'uomo a questo punto, vistosi scoperto, è fuggito per le vie circostanti lasciando sul posto l'arma del delitto. E' stato immediatamente dato l'allarme ai Carabinieri mentre la donna è stata trasferita d'urgenza presso l'Ospedale Civile di Teramo. Prima di salire sull'autolettiga la vittima ha fornito ai militari alcune utili informazioni utili delle caratteristiche somatiche dell'uomo che dichiarava non aver mai visto prima. L'identikit è stato completato grazie alle preziose indicazioni della testimone presente sul posto.

Alle 23.30 i militari della Stazione di Silvi hanno fermato un giovane dall'andatura claudicante che corrispondeva alle caratteristiche somatiche dell'aggressore. Il giovane aveva tutti i vestiti intrisi di sangue e corrispondeva perfettamente alla descrizione fornita sia dalla vittima che dalla testimone. Dopo qualche tentennamento e messo di fronte ai dati di fatto incontrovertibili l'uomo è crollato confessando il grave fatto di sangue di cui si era macchiato. E' stato tratto in arresto con l'accusa di tentato omicidio.

Per Luca Michelucci 23enne di Pineto, si sono quindi aperte le porte del carcere di Castrogno dove è stato rinchiuso in attesa dell'udienza di convalida, dove l'uomo dovrà spiegare i motivi dell'insano gesto considerata la mancanza di un movente. Il coltello utilizzato ed i vestiti dell'arrestato sono stati posti sotto sequestro. La donna è tuttora ricoverata in prognosi riservata presso l'Ospedale Mazzini di Teramo. 

16/11/2011 8.36