Uccide a coltellate la ex moglie in auto: i passanti chiamano i carabinieri che arrestano l’uomo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3500

Uccide a coltellate la ex moglie in auto: i passanti chiamano i carabinieri che arrestano l’uomo
TERAMO. Urla provenienti da un’auto in sosta, due ombre dentro, agitazione e poi schizzi di sangue sul finestrino. Orrore da film pulp ieri pomeriggio ad Alba Adriatica.

Sono stati proprio alcuni passanti ad assistere al delitto e a permettere che l’assassino fosse catturato in brevissimo tempo e consegnato alla giustizia.

La vittima è ancora una donna , questa volta di  51 anni, morta sotto i fendenti dell’ex marito che l’ha colpita con un coltello da cucina (nella foto). E’ successo nell’auto della donna che era seduta dalla parte del guidatore mentre l’ex marito era da quella del passeggero. Nel sedile di dietro ad assistere alla scena il figlio autistico di 20 anni.

 L'uomo, William Adamo, 58 anni, è in stato di fermo per omicidio. La donna, M.P.R., raggiunta da almeno otto colpi alla gola, all'addome, alle mani e alle braccia, non è sopravvissuta ad un'emorragia interna, nonostante un intervento chirurgico effettuato nell'ospedale di Sant'Omero. I carabinieri giunti immediatamente sul posto hanno fermato l’uomo e allertato i soccorsi che sono giunti nel volgere di alcuni minuti ma l’intervento dei medici non è servito a salvare la donna che è morta poco dopo a causa delle ferite molto profonde che hanno raggiunto gli organi vitali.

L’aggressione è avvenuta in strada, nell'auto della donna. Marito e moglie, separati da un anno, si erano incontrati su richiesta dell'uomo. I carabinieri sospettano che l’azione sia stata premeditata e legata proprio a questioni private dovute alla separazione.

 Nell'auto, una Suzuki Swift, c'era anche uno dei quattro figli della coppia, un ragazzo autistico di 20 anni che viveva con la madre. Ora è con i fratelli. Le urla ed il sangue sui finestrini hanno attirato l'attenzione di alcuni passanti che hanno chiamato i carabinieri, riusciti a bloccare e disarmare l'uomo.

Si attende ora l’udienza di convalida dell’arresto. L’uomo potrebbe essere processato per direttissima.

In Abruzzo tra sabato e domenica sono state ammazzate due donne, entrambe per motivi passionali e tutte e due dai rispettivi compagni.  Sabato l’episodio di Vasto, domenica quello di Alba Adriatica. Entrambi i delitti sono stati risolti in brevissimo tempo: il primo con una confessione, il secondo in flagranza di reato potrebbe chiudersi definitivamente nello stesso modo.

17/10/2011 7.30

MISTERO SUL COLTELLO

Arma del delitto e auto dove è avvenuto il massacro sono stati posti sotto sequestro. Per quanto riguarda il coltello, a seguito di una perquisizione a casa dell'uomo, si è scoperto che non faceva parte del ''kit'' da cucina nelle disponibilità dell'assassino. Gli inquirenti vogliono dunque vederci chiaro e capire da dove sia saltata fuori l'arma. L'auto, invece, nelle prossime ore sarà controllata dagli inquirenti ma è evidente, vista la flagranza del reato, che tutto si sia compiuto all'interno dell'abitacolo.

Intanto nelle prossime ore William Adamo sarà ascoltato dal pm così come la procura vuole ascoltare nuovamente i cittadini che hanno dato l'allarme quando si sono accorti di quello che stava accadendo nella Suzuki Swift rossa della vittima.

17/10/2011 13.00