Roseto, il Consiglio ha riconosciuto i debiti fuori bilancio di 600 mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1664

ROSETO. Approvato a maggioranza dal Consiglio Comunale un debito fuori bilancio di oltre 600 mila euro.

Di questi circa 591mila devono essere versati alle Ferrovie come risarcimento per i ritardi accumulati nei lavori per un sottovia di Cologna Spiaggia. Oltre 17mila riguardano acquisizioni di beni e servizi e oltre 12 mila euro sono maggiori spese legali su cause pregresse. Il debito sarà coperto per oltre cinquecentomila euro attraverso il recupero dell’evasione dell’ICI sulle aree edificabili, la parte restante con economie dei servizi comunali.

La delibera di variazione del bilancio di previsione 2011 approvata, comprende anche il riconoscimento di 247.659,58 euro di minori trasferimenti statali che saranno coperti con maggiori entrate proprie e con economie di spesa.

«Per coprire i debiti fuori bilancio siamo stati costretti ad attingere al fondo di riserva – ha spiegato il vice sindaco Alfonso Montese - e pertanto da qui fino alla fine del 2011, non saremo in grado di far fronte alle richieste di servizi per le Frazioni, come il sostegno delle ludoteche di Montepagano e Cologna Paese e l’esenzione del tiket per il servizio Scuolabus. Abbiamo molto a cuore le Frazioni – continua Montese – per questo fondi adeguati saranno previsti nel prossimo bilancio. Tuttavia siamo molto preoccupati per gli altri debiti che incombono sul nostro ente. Il contenzioso supera i quattro milioni, senza dimenticare il contenzioso di oltre un milione con il Cirsu. Per pesare il meno possibile sulle casse comunali, dovremo tentare di accordarci con le parti ma quasi sicuramente saremo costretti ad alienare beni pubblici per far fronte ai pagamenti».

«I debiti che abbiamo riconosciuto in questo Consiglio riguardano sentenze passate in giudicato – spiega il sindaco Enio Pavone – però ci sono tanti altri debiti che non sono arrivati a sentenza e proprio oggi ho ricevuto un sollecito da parte di Cirsu per il versamento di un milione e trecento mila euro che noi in questo momento non abbiamo. Questo conferma che l’ente ha un bilancio in grossa difficoltà, con debiti che non hanno una copertura e che possono essere pagati solo attraverso incrementi di tariffe o tributi».

Riguardo all’astensione dell’opposizione il sindaco Pavone ha commentato: «è sconcertante il comportamento dell’opposizione che spesso abbandona i lavori del Consiglio e si astiene dal votare i punti all’ordine del giorno, anche quando, si tratta di temi che ereditiamo dalla loro precedente amministrazione. Un atteggiamento che probabilmente cela la rabbia di una sconfitta elettorale che non si attendevano».

01/10/2011 10.30