Giulianova. Riequilibrio di bilancio, spesa per i rifiuti:+1milione. L’Udc:«perché?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2536

GIULIANOVA. Contestazioni sul riequilibrio di bilancio anche a Giulianova dove nell’ultimo consiglio l’Udc ha posto questioni circa una previsione di spesa.

 

Il capitolo è quello della “gestione servizio Rsu”, cioè servizio di raccolta rifiuti.

Sul punto in discussione il capogruppo della Lista Giuliesi/Udc, Gianfranco Francioni ha notato una grossa difformità tra le dichiarazioni del Collegio dei revisori e la relazione tecnica del Dirigente della 3° Area, in riferimento alla previsione di un aumento in uscita del capitolo 1572.

L’importo è pari ad 1 milione di euro, una cifra di sicuro “importante” per il bilancio di un Comune come Giulianova.

«Non è chiaro», ha detto Francioni, «se l’aumento e l’uscita è dovuto all’avvio del “porta a porta” nella restante parte della città o per un consistente aumento della quantità dei rifiuti raccolti e conferiti in discarica».

Il Collegio dei Revisori al punto d) dichiaranoDalla relazione presentata dall’Arch. Roberto Olivieri, Dirigente della 3° Area viene segnalato un aumento di costi da cui si prospetta la necessità di una variazione in aumento delle spese per € 1.000.000,00, (Unmilione di euro), che dalle sue stesse argomentazioni sulle prospettive di senso opposto derivanti dall’avvio del servizio “Porta a Porta” nelle aree non ancora coperte della Città, argomentazioni completamente condivisibili, conclude sia un’ipotesi da considerare eventualmente per una futura variazione»;

La relazione trasmessa dal Dirigente 3° Area al punto “Gestione Servizio Rsu”:«rispetto alle previsioni, si registra un aumento dei costi dovuto ad un consistente aumento della quantità dei rifiuti raccolti e conferiti in discarica. Le cause sono molteplici assolutamente non prevedibili e tra queste si annoverano sia l’aumento del numero degli alloggiati in Città, dopo gli eventi sismici dello scorso mese di aprile 2009, sia il verificarsi d ripetute e ingenti mareggiata che dal mese di gennaio e fino ad oggi hanno determinato il deposito di enormi quantità di materiale piaggiato sulla costa e inoltre alla bonifica delle numerose mini discariche con rifiuti ingombranti ed amianto e pertanto, l’importo previsto sul cap. 1572, dovrà essere portato in aumento in uscita come da prospetto che segue: USCITE cap. 1572 Aumento di 1.000.000, 00 (Unmilione di euro).

Si segnala che all’Ente sono pervenuti due decreti ingiuntivi da parte del CIRSU Spa inerenti il servizio di igiene urbana, uno in data 06/04/2010 e l’altro in data 04/08/2010, per importi pari rispettivamente ad € 257.626,51 ed € 890.937,74 oltre spese legali, relativi all’anno 2009».

«La domanda sorge spontanea: a cosa serve questo milione», si domanda Francioni, «i cittadini attendono una risposta credibile e chiara, che ancora non abbiamo ben compreso, visto anche la dichiarazione del Sindaco, che addirittura quest’anno il costo totale della raccolta rifiuti e smaltimento è diminuita, passando da i 4.400.000,00 euro del 2009  a i 4.012.000,00 euro del 2010».

 30/09/2010 17.33