Provincia Teramo, controlli a tappeto lungo la costa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1570

PESCARA. Controlli  a raffica, veicoli sequestrati, arresti, denunce, perquisizioni. Sono queste alcune delle  attività di prevenzione ed investigazione svolte dalle forze dell’ordine lungo la fascia costiera della Provincia di Teramo, dal  primo luglio al 30 agosto.

 Due mesi  in cui il personale e le pattuglie della Questura e del commissariato di Atri, insieme alle unità aggregate dal dipartimento del reparto prevenzione crimine Abruzzo di Pescara e alla polizia stradale, asl e cri, hanno lavorato a stretto contatto per garantire la sicurezza cittadina. Risultato? 

La chiusura di alcune attività, l’arresto di spacciatori ed il sequestro di ingenti quantità di stupefacenti.  Non solo le forza dell’ordine hanno effettuato controlli contro la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e alcool, nelle tarde ore serali e in quelle notturne specie nei fine settimana, nei pressi di discoteche e locali di pubblico divertimento frequentati dai più giovani, ma hanno setacciato in lungo e in largo luoghi ritenuti sospetti. E così grazie alle segnalazioni dei cittadini sono state sospese due attività (bar “Skipper” di Martinsicuro per giorni 30 e bar “ Crescenzi” di Alba Adriatica per giorni 15), sospettate di essere luogo di ritrovo di pregiudicati.

 Gli agenti della Polfer di Giulianova, i militari della guardia di finanza, il corpo forestale, capitaneria di porto e polizie municipali hanno ispezionato anche stabili indicati come luoghi di prostituzione o di spaccio, acciuffando diversi sospettati.

Ma l’operazione sicurezza ha interessato  anche le zone interne con servizi mirati anti prostituzione nelle aree periferiche.

A Pineto, inoltre, una pattuglia a cavallo della polizia di stato  ha assicurato i compiti di prevenzione lungo la pineta in occasione delle manifestazioni serali. Così come il reparto volo di Pescara ha fatto la sua parte vigilando sulle spiagge della provincia negli orari di maggior presenza di bagnanti.

 I numeri. I numeri parlano chiaro ed evidenziano numerose operazioni andate a buon fine.

 Ad esempio nei Comuni di Silvi, Pineto, si contano un arresto (provvedimento di cattura internazionale nei confronti di cittadino polacco), 23 perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi e droga, 21 esercizi pubblici controllati.

Basta spostarsi poi verso nord (Giulianova, Tortoreto, AlbaAdriatica, Martinsicuro), per apprendere di  2.183 persone controllate, 1.097 veicoli controllati, 35  perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi e droga, 131 contravvenzioni al codice della strada.

Tra le operazioni messe a segno dalla squadra mobile si segnala il sequestro di 1.105 gr di hascish, 270 gr di cocaina e 16 di eroina, così come una denuncia di una badante rumena per furto ed abbandono di persona invalida per la quale lavorava ed una denuncia di un’altra cittadina rumena per favoreggiamento alla prostituzione a Martinsicuro.

m.b.  08/09/2011 17.01