Atri proclamata «comune europeo dello sport». L’Abruzzo arriva a Bruxelles

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3808

ATRI. Atri sarà proclamata «Comune europeo dello sport 2012». Ormai è solo questione di tempo e poi, la cittadina abruzzese, porterà a casa il titolo.

E’ stato il comitato esecutivo di Aces Europe, referente per la Comunità Europea, a rendere noto il fatto, dopo essersi riunito a North Lanarkshire (Scozia) il 4 Agosto scorso per decidere quali delle municipalità candidate alla European Town of Sport 2012, fosse degna della premiazione.

E tra le selezionate la scelta è ricaduta anche su Atri( con una valutazione superiore a 90/100) che, oltre a fregiarsi del riconoscimento, il 30 novembre presso la sede del Parlamento europeo si aggiudicherà anche il certificato di Sqc (Sport Quality Certificate), corrispondente alle tre stelle di bronzo.

Un risultato che ha riempito d’orgoglio il sindaco, Gabriele Astolfi, e l’assessore allo sport, Umberto Italiani. «Tutto questo significa molto per la città», ha commentato il primo cittadino, «è stato così premiato lo sforzo della macchina organizzativa comunale,coordinata dall’assessorato allo sport che è riuscita a confezionare una candidatura efficace e credibile mettendo insieme e facendo confluire in questo passo importante tutti i punti di forza. Un grazie all’assessore Umberto Italiani che ha fortemente creduto nella possibilità per Atri di ambire ad un riconoscimento così importante a livello europeo».

Ed è proprio lui, l’assessore Italiani, a ringraziare le associazioni sportive, l’università dello sport e tutti quelli che, con il loro impegno hanno contribuito all’obiettivo.

«Abbiamo iniziato e stiamo portando avanti una piccola rivoluzione culturale», ha detto, «nel modo di intendere lo sport, di programmare le attività istituzionali e pubblicizzarle allo stesso tempo, fermi nella convinzione della funzione sociale ed aggregativa dello sport.

La speranza è quella di lasciare alle future generazioni un sistema sostenibile e capace di produrre benessere a vari livelli. Per la prima volta ad Atri abbiamo fatto veramente gruppo per un obiettivo comune, nella convinzione di avere in mano un grosso potenziale da coltivare nel tempo. Penso che questo esempio debba servire a tutto il mondo politico».

E dopo questo traguardo, Italiani annuncia che a breve inizierà a lavorare alla stesura i lavori del cartellone annuale sportivo, una folta agenda ricca di appuntamenti sportivi, eventi, manifestazioni, meeting, seminari, convegni.

Ma Atri non sarà l’unica rappresentante dell’ Abruzzo al Parlamento europeo. Perché anche Pescara verrà proclamata City of Sport 2012 .

03/09/2011 9.33