La Guardia di Finanza scopre 93 lavoratori irregolari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2338

TERAMO. I lavoratori, tutti cinesi, venivano sfruttati da una società teramana e fornivano manodopera abusiva.*ROSETO, ARRESTATE DUE PERSONE PER FURTO

Tre persone sono state denunciate alla procura della Repubblica di Teramo e sono state irrogate sanzioni per quasi 500.000 euro per violazioni in materia di contributi previdenziali ed assistenziali ed inosservanza delle prescrizioni in materia di lavoro. E' recente l’operazione di servizio che i finanzieri del comando provinciale di Teramo, unitamente ai funzionari della direzione provinciale, hanno condotto controllando una nota società teramana operante nel settore del riciclaggio e della produzione di materie prime che, anzichè richiedere forza lavoro ricorrendo alle agenzie interinali, ricorreva ad una ditta “satellite” fittiziamente gestita da cittadini di etnia cinese. I successivi approfondimenti hanno portato ad individuare la gestione, di fatto, a cura di un imprenditore teramano che oltre ad eludere le norme di legge nazionale ha beneficiato dell’opera dei cittadini cinesi non superando il numero delle 15 unità che avrebbe determinato l’applicazione di un’aliquota contributiva maggiore.

28/07/2011 14.19

[pagebreak]

ROSETO, ARRESTATE DUE PERSONE PER FURTO

ROSETO DEGLI ABRUZZI. Verso le 5 di questa mattina, i carabinieri di Roseto degli Abruzzi, agli ordini del Luogotenente Enzo Procida, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di concorso in furto aggravato, Deyan Dimitrov e Samuele Romano, rispettivamente Bulgaro residente a Pineto e Giuliese entrambi ventiduenni. I due avevano asportato poco prima un motociclo Honda Phanteon 150, di proprietà di un residente del luogo, quando la pattuglia dei carabinieri li ha intercettati. I due alla vista dei militari hanno cercato di fuggire, venendo bloccati dopo un inseguimento nelle vie cittadine. Il motociclo è stato restituito al legittimo proprietario il quale ha ringraziato i militari, mentre di due giovani sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della compagnia di Giulianova in attesa dell’udienza di convalida che dovrebbe tenersi nella giornata odierna.

Contestualmente a Giulianova, i militari hanno controllato due rumeni che si aggiravano a piedi per le vie del centro. I militari li hanno perquisiti, trovandoli in possesso di arnesi da scasso, utilizzati normalmente per infrangere vetri e forzare porte e finestre, il tutto sottoposto a sequestro. I due romeni invece sono stati   segnalati in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria. I controlli dei carabinieri sono frutto di una pianificazione strategica messa a punto proprio per contrastare il fenomeno dei furti che si verificano con maggiore intensità nel corso dell’estate, che come ha dichiarato il comandante Luigi Dellegrazie, saranno potenziati ancora di più  nel corso del mese di agosto.

 28/07/2011 14.19