Biblioteca Delfico, stanziati solo 20 mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1935

TERAMO. Il Consiglio Provinciale di Teramo ha approvato il Bilancio dell'Ente: per la cultura sono stati stanziati 1,2 milioni di euro.

475 mila euro sono destinati al funzionamento dell'Istituto "Braga" e dei restanti 725 mila euro circa, solo 20 mila sono stati destinati alla Biblioteca "Dèlfico". «Si tratta di appena il 2,8%», contesta l'associazione ''Amici della Biblioteca Provinciale''. «Si sono evocate, nell'occasione, future e nuove modalità di gestione della
"Dèlfico", come la creazione di una Fondazione; si è accennato a future possibili variazioni di bilancio ad integrazione della esigua somma stanziata, ma, di fatto, l'unica istituzione culturale di proprietà della Provincia, la più importante del nostro territorio, riceve una cifra del tutto inadeguata alla gestione dei servizi essenziali e, comunque,  di molto inferiore a quella prevista  per tante manifestazioni occasionali».
Le sollecitazioni dei cittadini e di alcune forze politiche registrate nelle ultime settimane non hanno modificato la scelta iniziale.

«Tanta pervicacia», continua l'associazione, «assume un sapore punitivo le cui conseguenze  negative appaiono evidenti: si pensi, ad esempio, che la rivista quadrimestrale "Notizie dalla Dèlfico", edita continuativamente
dalla Biblioteca da 24 anni, dovrà cessare le pubblicazioni; che l'attività editoriale concretatasi nella Collana "Delficina", difficilmente potrà avere un seguito».
L'Associazione ribadisce che la "Dèlfico" ha un ruolo centrale nella vita culturale e sociale della Provincia e della Regione e, come tale, «avrebbe diritto ad essere centrale nell'azione e nella strategia dell'Ente che ha
l'onore e l'onere di amministrarla. Così oggi non è».
Gli "Amici della Dèlfico" continueranno ad assumere «le opportune iniziative» perché non venga meno la civile attenzione così coralmente manifestata e si attiveranno per favorire la positiva soluzione di una questione preminente per il futuro del nostro territorio.

15/07/2011 10.11