Manutenzione stradale: la Provincia pensa ad un sistema di monitoraggio permanente

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1457

TERAMO. L’obiettivo finale è quello di costituire un centro di monitoraggio sulla manutenzione e sicurezza stradale.

Oltre 1800 chilometri di strada saranno accatastati e monitorati con un sistema informatizzato e georeferenziato. La gara d’appalto si è chiusa in questi giorni e dopo la nomina della commissione valutatrice si procederà con l’assegnazione dell’appalto per un importo di 245 mila euro.

Con il Sistema informativo stradale, che dovrà essere pronto da capitolato entro 180 giorni dall’assegnazione, sarà costituito il Centro di monitoraggio che consentirà anche gli utenti, dal sito dell’ente,  di essere essere sempre aggiornati sulla condizione della rete stradale (chiusure, lavori, criticità). 

«Il Piano Nazionale sulla Sicurezza Stradale individua nei Centri di Monitoraggio uno degli strumenti più importanti per diminuire l’incidentalità – afferma l’assessore alla viabilità Elicio Romandini -  in sostanza si tratta di una struttura di programmazione, progettazione, monitoraggio e gestione degli interventi in grado di contribuire al miglioramento della sicurezza stradale in senso lato. Il centro è il nodo centrale di una rete più ampia di osservatori sull’incidentalità stradale presenti sul territori e, naturalmente,  non può funzionare senza una rete di connessione fra i diversi organismi  cui sono sono affidate funzioni specifiche di controllo sulle strade e, infatti, la Provincia gesice in collaborazione con la Prefettura e la Polizia stradale».

Attraverso il catastro informatico sarà possibile garantire «accuratezza e completezza delle informazioni sugli incidenti stradali” con un’analisi scientifica dei “fattori di rischio anche strutturali” e sarà così possibile “individuare linee di azione e soluzioni in grado di risolverli e prevenirli».

14/07/2011 16.47