Teramo, Arco: «biglietti dei bus introvabili e fioccano le multe»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2010

TERAMO. L'Arco consumatori di Teramo riceve numerose segnalazioni di cittadini che pur volendo, e dovendo,  viaggiare sugli autobus urbani teramani non riescono a trovare il biglietto.

Chi ci riesce lo fa con grande difficoltà, perchè i punti vendita privati - tabaccherie, edicole -  che fungono da biglietterie sono poche e mal  rifornite.

E' impossibile inoltre acquistare il biglietto sull'autobus e chi ha necessità di spostarsi deve per forza ''rischiare'' di incappare nel controllore e beccarsi anche la multa. Alla carenza di ticket, secondo l'Arco, la ditta risponde con una "tolleranza zero" e controllori-guardie giurate in divisa da "ordine pubblico".

Multe da 36 euro e 90 centesimi da pagare in una settimana e in contanti (niente bancomat) perchè altrimenti scatta l'aumento.

Come risolvere il problema? L'associazione che tutela i diritti dei consumatori chiede l'installazione di biglietterie elettroniche sui mezzi che da un lato garantirebbe una maggiore regolarità dell'acquisto e al tempo stesso eviterebbe agli utenti l'inutile stress di reperire i biglietti.

In qualità di associazione a difesa dei cittadini, l'Arco consumatori di Teramo, presieduta da Franco De Angelis,  segnala questi disservizi al Comune di Teramo che ha affidato l'appalto e che «dovrebbe vigilare affinchè tutte le norme del capitolato vengano rispettate e, in generale, il servizio offerto sia a favore dell'utenza e non solo del profitto».

06/07/2011 13.00