Svolta a Roseto, centrosinistra sconfitto, Pavone: «ha vinto un socialista di centrodestra»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4690

Svolta a Roseto, centrosinistra sconfitto, Pavone: «ha vinto un socialista di centrodestra»
ROSETO. Il neo primo cittadino rivendica con orgoglio una vittoria nella quale ha sempre creduto e per Roseto degli Abruzzi comincia una nuova era.* ECCO IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

Da sempre rocca forte della sinistra Roseto oggi si trova in una situazione per certi versi nuova. Sarà infatti guidata da una coalizione di centrodestra sebbene abbiano vinto «i socialisti», come ha sottolineato subito dopo la sua elezione il neo sindaco Enio Pavone.

Con una affluenza in calo (-6,6% rispetto al primo turno) Pavone, commercialista di 50 anni, vedovo con due figli, è riuscito a portarsi a casa la vittoria e battere Teresa Ginoble, sorella del più noto Tommaso, già assessore regionale con Ottaviano Del Turco.

Pavone ha ottenuto 7.531 voti (53,8%) contro i 6.464 (46,1%) di Ginoble. Già dalle prime sezioni scrutinate il suo vantaggio è sembrato troppo importante e il neo primo cittadino ha cominciato ben presto a festeggiare, accerchiato da supporters e amici.

«SONO IL SINDACO DI TUTTI»

«Non farò gli errori degli altri», ha detto subito dopo aver agguantato la vittoria. «Non ci sono amici e nemici», ha avvertito. «Ci sono solo i cittadini, tutti con pari dignità. I diritti non sono un favore, noi non possiamo fare favori a nessuno».

Pavone è stato chiaro: «tutti dovranno fare il proprio dovere adesso che il popolo ha deciso chi deve decidere. Si farà quello che abbiamo detto, nessun repulisti, le persone devono sapere che tutti devono fare il proprio lavoro. Chi lavora nell'ente pubblico deve ritenersi fortunato rispetto a chi cerca una posizione lavorativa. A tutti i dipendenti va il mio plauso ma sappiate che su quelle cose che abbiamo detto non transigeremo. Il nostro sarà un palazzo aperto e trasparente dove chiunque potrà entrare, con rispetto ed educazione, e sarà trattato con rispetto ed educazione».

«Ci sono già stati grandi sindaci socialisti in città», ha ricordato il sindaco, rispondendo a quanti hanno fatto notare il cambio di passo per Roseto. «Oggi ha vinto un socialista che appoggia il centrodestra, così come abbiamo deciso tre anni fa. Siamo stati determinanti per la vittoria del presidente della Provincia, Valter Catarra, e anche in quella del presidente Chiodi. Oggi ringrazio tutto il Pdl perchè hanno creduto in noi».

Pavone ha dedicato la sua vittoria «a due persone che non ci sono più, mia moglie e mio padre» ma anche «a tutte quelle persone che mi hanno sostenuto».

«Ho sentito vicino a me», ha aggiunto, «tanto affetto. Tante persone mi hanno supportato con forza e anche grazie a loro mi sono battuto con determinazione. La città me lo ha chiesto e io ho tirato fuori il meglio di me stesso».

 31/05/2011 7.02

[pagebreak]

* ROSETO: IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

 Nicola Di Marco (Socialisti)

Camillo Di Pasquale (Socialisti)

Alberto Caporaletti (Socialisti)

Gianfranco Marini (Socialisti)

Fabrizio Fornaciari (Pdl)

Mirko Vannucci (Pdl)

Antonio Norante (Pdl)

Vincenzo Tarquini

Antonio Iannetti (Insieme per Roseto)

Alessandro Recchiuti (Udc)

Teresa Ginoble (Pd)

Enzo Frattari (Pd)

Simone Tacchetti (Pd)

Flaviano De Vincentiis (Pd)

Raffaella D'Elpidio

Massimo Bianchini (Teresa sindaco)