Sequestrati 5 kg di eroina sull'A14, marito e moglie in arresto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1739

GIULIANOVA. Martedì sera i finanzieri del nucleo polizia tributaria di Bari, con la collaborazione dei colleghi della compagnia di Giulianova hanno intercettato il carico di eroina.

Le manette sono scattate ai polsi di due persone di nazionalità italiana, residenti a Taranto.

L’operazione delle Fiamme Gialle si inserisce nell’ambito di un complesso dispositivo di contrasto ai traffici illeciti sulle maggiori arterie stradali che collegano la Puglia al centro Italia. Ieri pomeriggio i militari di Bari hanno intercettato una Lancia Y che a tutta velocità sfrecciava sull'A14, in direzione nord. E' stato disposto un servizio di pedinamento che si è concluso all’uscita del casello autostradale Val Vibrata, in provincia di Teramo. A bordo dell'auto due coniugi tarantini (B.S. 35 anni e L.A. 30 anni) che sono stati tempestivamente fermati dai finanzieri della compagnia di Giulianova, allertati da quelli di Bari, giunti subito dopo.

Dopo essere stati fermati i due hanno mostrato da subito evidenti segni di nervosismo, che hanno trovato riscontro quando l’ispezione dei finanzieri, con l’ausilio di una unità cinofila, ha consentito di rinvenire, nel lato passeggero dell’autovettura, un sacchetto giallo della spesa, all’interno del quale erano celati, in due ulteriori buste nere, dieci panetti di eroina, per un peso complessivo di oltre 5 chilogrammi, che è stata sottoposta a sequestro così come l'automobile.

I due tarantini sono stati arrestati ed associati presso la casa circondariale di Teramo, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La sostanza stupefacente sequestrata, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 250 mila euro

11/05/2011 16.36