Allontanamento ex comandante vigili Zippi: anullata ordinanza di reintegro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2665

TORTORETO. Un altro round nella copntroversia tra Comune e l’ex comandante della polizia municipale allontanato e poi reintegrato da due diversi provvedimenti di altrettanti tribunali.

Oggi un nuovo tassello.

Il tribunale di Teramo, riunito in camera di consiglio (presidente Giansaverio Cappa, giudici Giampiero Fiore e Giulio Cruciani), ha emesso l’ordinanza con la quale ha revocato la precedente ordinanza firmata dal giudice del lavoro del tribunale di Teramo con la quale, in via d’urgenza, aveva disposto la reintegra dell’ex comandante della polizia municipale di Tortoreto, il dottor Massimiliano Zippi, in uno dei posti vacanti, di pari livello e qualifica funzionale, previsti dalla pianta organica. L’allontanamento di Zippi fu la conseguenza diretta della sentenza del Consiglio di Stato che assegnava, ad altro candidato, il posto di dirigente dell’ufficio di polizia.

Il collegio giudicante ha così accolto l’istanza presentata dal Comune di Tortoreto - rappresentato dall’avvocato Franco Di Teodoro - affermando, si riporta testualmente, «che nel caso in esame non sussistono gli estremi per configurare il periculum in mora (il pericolo cioè che nel tempo necessario per far valere il diritto in via ordinaria, questo diritto possa subire un pregiudizio grave ed irreparabile)».

 Inoltre «…nel caso in esame non è emersa l’illegittimità della risoluzione del rapporto di lavoro disposta dalla parte reclamante (il Comune) a seguito della modifica della graduatoria del concorso, all’esito del quale il reclamato (Zippi) era stato assunto; modifica della graduatoria che era stata conseguenza dell’annullamento della stessa ad opera della magistratura amministrativa».

 Secondo il collegio, considerando che uno dei presupposti del ricorso ex articolo 700 c.p.c. è la perdita di reddito, «in assenza  di qualsiasi documentazione idonea a dimostrare condizioni economiche del reclamato e della sua famiglia e, quindi, che l’incidenza negativa del licenziamento è tale da determinare nello stesso un concreto danno grave ed irreparabile, il requisito del periculum in mora non può ritenersi soddisfatto».

L’ex tenente dottor Zippi fu licenziato dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato che assegnava il posto di comandante della polizia locale di Tortoreto all’attuale reggente, la dottorezza Sabrina Polletta.

Successivamente il dottor Zippi presentò istanza al giudice del lavoro per ottenere l’assegnazione in altro posto vacante al Comune di Tortoreto.

 Il giudice, accogliendo in via d’urgenza il ricorso, si pronunciò favorevolmente emettendo ordinanza di reintegro, in attesa di discutere nel merito. Ribaltando l’indirizzo espresso dal giudice del lavoro, il collegio del tribunale di Teramo, ha revocato quell’ordinanza.

10/03/2011 16.40