Teramo, focus sulla viabilità: ecco tutti i progetti in cantiere

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1862

TERAMO. TERAMO. “Traffico e mobilità a Teramo: quali soluzioni?”.

Di questo si è discusso mercoledì sera presso la sede dell’associazione “L’Abruzzo al Centro”, dove si è tenuto un incontro con l’assessore al ramo Giorgio Di Giovangiacomo.

Punto di partenza dell’incontro è stato l’apertura del Lotto Zero, prevista per il 12 marzo 2011, che rimane la principale soluzione al problema traffico; ma per Teramo l’attuale Amministrazione comunale ha previsto e finanziato già altri progetti, che dovrebbero permettere di risolvere la gravosa situazione della viabilità.

Nel corso del dibattito sono state esposte le principali linee guida che l’Amministrazione intende perseguire ed è stato sottolineato come il problema del traffico non possa essere affrontato con interventi spot, ma solo attraverso una pianificazione coordinata e ragionata.

Tra le misure annunciate, tutte coperte da finanziamento, l’eliminazione dei varchi in centro storico e la loro sostituzione con telecamere; la realizzazione di nuove rotonde presso il passaggio a livello di Cartecchio, all’incrocio di via San Marino e nei pressi del Tribunale; l’eliminazione della corsia contromano dell’autobus in Circonvallazione Ragusa.

Grande attenzione è stata poi riservata al Lotto zero e all’apertura del primo lotto, dalla zona di Cartecchio fino a Porta Romana, grazie al quale sarà possibile finalmente sgravare le code sull’unica via di accesso alla città.

Finanziato anche il secondo lotto, che prevede il collegamento dalla Teramo-Mare fino alla Cona e che, previsto entro il 2012, dovrebbe dimostrare tutta l’efficacia del progetto, smaltendo anche il traffico in direzione Montorio.

 IN CANTIERE ALTRI PROGETTI 

L’assessore Di Giovangiacomo ha poi annunciato altri progetti che cercheranno di dare le giuste risposte alla questione viabilità.

Due i più rilevanti: quello di via Arno, per migliorare il traffico in entrata e in uscita da Teramo, e la variante per Villa Mosca. Il primo prevede l’abbattimento del muro di cemento per creare una nuova corsia di immissione e la realizzazione di un ovale a disciplinare il traffico in via Firenze, il secondo un collegamento diretto dalla zona dell’Inail fino a via Delle Playe.

«L’idea base di questi piani – ha spiegato l’assessore - è quella di liberare il centro cittadino dal traffico automobilistico e renderlo sempre più a dimensione pedonale. Per questo è stata prevista l’installazione di telecamere, in sostituzione dei varchi, non omologati, che ora delimitano il centro storico».

Altro intervento, su segnalazioni dei residenti di Circonvallazione Ragusa, che hanno denunciato l’alta velocità e i sorpassi azzardati favoriti dalla corsia contromano per l’autobus, riguarda il probabile ripristino dell’unico senso di circolazione, insieme all’inserimento di una corsia ciclo-pedonabile.

L’assessore ha poi illustrato gli interventi sulle infrastrutture: sono previste una serie di rotonde come quella presso il passaggio a livello di Cartecchio, quella in via San Marino e quella nei pressi del Tribunale.

Affrontato anche l’argomento mobilità, strettamente connesso ai disagi della viabilità e alla tematica dei parcheggi e degli accessi al centro storico. Sulla questione l’assessore ha chiarito che il problema della revisione delle corse del trasporto urbano, affrontato dall’Amministrazione comunale in emergenza a seguito della delibera regionale di riduzione dei costi, troverà soluzione nella gara di affidamento del trasporto urbano ad un gestore unico, operazione che comporterà una doverosa ridefinizione e ottimizzazione del servizio.

«Rimane molto da lavorare invece – ha concluso l’assessore - sulla sensibilizzazione e l’educazione dei cittadini ad un maggiore utilizzo del trasporto pubblico e del servizio navetta da e per i parcheggi multipiano».

25/02/11 10.44