Atri, 947 multe nel 2010 per violazione codice della strada

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1941

ATRI. Il 2010 si è chiuso con il potenziamento dell’organico. Il comandante Osmi «maggiore controllo del territorio soprattutto nelle frazioni e in viale  Aldo Moro».

Dal trenta  dicembre scorso  il corpo di polizia locale può contare su quattro nuove unità, assunte a seguito dell’espletamento dei concorsi. Nel 2010 nella città di Atri sono state elevate 947 sanzioni per violazioni a norme del codice della strada per un incasso che si aggira intorno ai 65mila euro.

E’ questo uno dei dati più significativi dell’attività svolta dalla polizia municipale atriana  durante l’anno trascorso. Ad illustrarlo è il comandante Alfonso Osmi, che ha tracciato il quadro dell’anno appena concluso.

Per quanto riguarda l’attività di polizia municipale, nel territorio di competenza sono stati rilevati 31 incidenti stradali, di cui 10 con feriti.

 476 i veicoli in movimento controllati,  ritirate 5 carte di circolazione e 2 patenti, fatti 2 sequestri con successiva confisca dell’autoveicolo ed un  accertamento per  guida in stato di ebrezza.

Sono stati 47 i permessi invalidi ritirati e 159 le violazioni accertate e sanzionate per occupazione abusiva  degli spazi riservati agli invalidi. Riguardo i parcheggi a pagamento, essi hanno portato ad un introito di circa 14mila euro.

Sono state inoltrate alla Procura della Repubblica 9 notizie di reato ed effettuati 23 verbali di ispezione ai cantieri e 47 ai pubblici esercizi e attività commerciali.

Il comandante sottolinea l’importanza dell’attività svolta relativa al contenzioso che attiene i ricorsi amministrativi alla Prefettura e i ricorsi giurisdizionali al Giudice di Pace, con conseguente costituzione in giudizio.

     In merito all’attività di polizia amministrativa, i compiti degli agenti comunali sono numerosi, ad iniziare dagli accertamenti anagrafici, che sono stati 310; accertate, inoltre,  43 violazioni ad ordinanze sindacali e regolamenti comunali.

Chiudiamo con le autorizzazioni rilasciate: sono 282 le autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico,  201 di pubblica sicurezza ed oltre 100 quelle relative alle ordinanze di cattura di cani randagi con conseguente sterilizzazione.

     Dopo le recenti quattro  assunzioni è salito a tredici il numero degli agenti in servizio ad Atri, «ciò ci darà la possibilità di continuare a svolgere il nostro lavoro con la massima attenzione a quelle che sono le esigenze della città – conclude il comandante Alfonso Osmi -  permettendoci di potenziare i posti di controllo in molte zone cittadine e soprattutto nelle frazioni» .

14/02/2011 9.44